Il Popolo dell’Arte

Condividi su i tuoi canali:

Segno e identità di una Comunità grandi artisti del Novecento Castiglionese

     Servizio fotografico di Corrado CORRADI     


Il giorno 14 maggio 2021, il Popolo dell’Arte è “fiero della propria identità”. Gli artisti che nel “secolo breve”  hanno dato identità e forma a Castiglione delle Stiviere e non solo, espongono le loro opere a Palazzo Menghini, via Cesare Battisti n. 27 tel. 0376679305. Il nutrito gruppo denominato “Chiarismo” determina un cambio di rotta e si colloca tra Modena , (Tino Pelloni), Mantova e Venezia. Il motto o parola chiave è ANTIVOLUME; si intende cioè contrastare la potente supremazia dell’opera di Mario Sironi cioè “far volare la forma”. Aldo Rossi, Pietro Berchi, Ugo Celada, Enos Rizzi, Giuseppe Brigoni, Ezio Mutti, Angelo Del Bon, Giuseppe Pancera, Carlo Malerba, Mario Porta, Danilo Guidetti, Antonio Annovazzi. Lucia Zanotti Kissing personalmente ha scelto le opere d’arte esposte e Gianfranco Ferlisi ne ha tracciato il tessuto critico.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria