Il Pd Novi agli immigrati: “Costruiamo insieme una vita migliore”

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Manifesti in quattro lingue – cinese, inglese, arabo e italiano – sono stati affissi nei giorni scorsi a Novi e Rovereto. Si tratta del testo di una lettera ai cittadini extracomunitari scritta dal Pd: “Siamo una comunità accogliente, per noi tutti i cittadini sono uguali: stessi diritti, ma anche stessi doveri. L’integrazione è possibile solo se si rispettano le leggi e la Costituzione”.

I cittadini novesi hanno visto in questi giorni affissi nelle bacheche di Novi, Rovereto e Sant’Antonio dei manifesti plurilingue, redatti in cinese, arabo, inglese e italiano. I manifesti riportano una lettera che il PD ha scritto a tutti i residenti novesi, sia extracomunitari che italiani. “Non ci risulta che vi siano precedenti analoghi in Italia da parte di nessuna formazione politica. Abbiamo voluto realizzare un manifesto chiaro e comprensibile a tutti che dice cose semplici e precise. – dichiara Italo Malagola, segretario del PD di Novi, Rovereto e Sant’Antonio –  Nella lettera ai cittadini extracomunitari, il PD ricorda quali siano gli assi delle sue politiche di integrazione molto chiaramente. I cittadini extracomunitari sono ben accolti e sono una risorsa. Per noi tutti i cittadini sono uguali e devono poter godere di medesimi diritti – spiega Malagola – ma deve essere chiaro, e lo abbiamo voluto esprimere in tutte le lingue, che a parità di diritti devono corrispondere i medesimi doveri: per noi sono tutti uguali e tutti devono rispettare le leggi e la Costituzione italiana. Sul binario composto da diritti e doveri è possibile raggiungere la piena integrazione”.

 

La video-dichiarazione in HD (alta definizione) e l’audio-dichiarazione per usi radiofonici di Italo Malagola è scaricabile dal seguente link: http://pdnovi.wordpress.com/ufficio-stampa/   .

 

Ecco il testo integrale della lettera:

 

Lettera ai cittadini extracomunitari

Gentilissima, Gentilissimo,

avendo scelto di vivere in queste terre, è entrato a far parte della nostra comunità, una comunità che nel tempo è molto cambiata, ma che non ha mai trascurato il suo tradizionale spirito di accoglienza.

I novesi hanno costruito nella loro lunga storia una realtà ricca di valori e fiducia nel prossimo, ed anche oggi che la crisi globale sta mettendo a dura prova l’economia del nostro territorio, non hanno perso la speranza per un futuro migliore.

Auspicando che abbia la possibilità di condurre una vita dignitosa e soddisfacente, sia sotto il profilo umano che lavorativo, la invitiamo a costruire insieme un presente ed un futuro migliore per noi e i nostri figli.

Ma per fare questo è essenziale che la coesione sociale della nostra comunità sia sempre più rafforzata, puntando sui valori di solidarietà, libertà, democrazia, rispetto reciproco tra le culture e tra uomini e donne che sono i caratteri fondanti delle nostre tradizioni e della storia italiana.

Chi rispetta le regole troverà sempre un’amministrazione disponibile al confronto e al dialogo, chi non le rispetta invece avrà di fronte un interlocutore altrettanto fermo e severo nella loro applicazione.

Perché solo condividendo diritti e doveri è possibile costruire assieme un futuro migliore.

Perché solo se si rispettano le regole, le leggi e i valori sanciti dalla nostra Costituzione, che sono la base della nostra vita, possiamo fare parte della stessa comunità.

 

Ufficio stampa

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ripensare il turismo  futuro

La tragedia della Marmolada lascia  sgomenti e annichiliti, per la gravità del bilancio che si va aggravando di ora in ora, con due cordate di

Riflessioni sull’aborto

La decisione della Corte suprema statunitense di lasciare ad ogni stato dell’Unione la libertà di legiferare sul diritto all’aborto, ha riportato in prima pagina un