il “”partito del popolo italiano”” il “”partito del popolo italiano”” il “”partito del popolo italiano”” il “”partito del popolo italiano””

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
""Oggi, qui nasce ufficialmente un nuovo grande partito del popolo delle libertà,il partito del popolo italiano"". Parola di Silvio Berlusconi da Milano nella serata del 18 novembre 2007

Un annuncio che per un paese democratico “”normale”” avrebbe dell’incredibile!  A meno che oltre ad essere un paese di santi, di eroi…siamo divenuti anche una repubblica fondata sulla raccolta delle firme della gente con una motivazione, ma che poi vengono trasformate in una diversa proposta politica per il bene dell’Italia::.. dunque a questo popolo di santi, poeti, eroi, navigatori e trasmigratori  si è nel frattempo aggiunto  qualche cialtrone senza dignità e ritegno che ormai sprovvisto di  freni inibitori  ci fa assistere ad uno sguaiato festival di chi le spara più grosse (Lorenzo Tornielli)   

“”I nostri alleati stiano tranquilli, Forza Italia… trasformerà questo successo in una proposta politica per il bene dell’Italia””, ha detto ancora Bondi senza elaborare ulteriormente. (Reuters) 18/11/2007

Milano (Reuters) – Silvio Berlusconi ha annunciato oggi la nascita di una nuova formazione politica, il Partito del Popolo italiano delle Libertà, in cui confluirà Forza Italia, il principale partito del centrodestra fondato 13 anni fa.

Berlusconi ha annunciato la notizia nel corso di un comizio a Milano, affermando anche che sono state raccolte 7 milioni di firme in appoggio alla richiesta di sciogliere le Camere e andare al voto anticipato, dopo che anche oggi gli sono venuti orti attacchi dagli alleati di An e Udc .

“”Forza Italia si scioglierà dentro questa nuova formazione politica, il Partito del Popolo italiano delle Libertà””, ha detto l’ex premier davanti alle telecamere.

Berlusconi ha annunciato per domani la presentazione del nuovo partito, anche se non ha specificato dove essa avverrà.

“”E’ quello che la gente vuole. Diamo il via qui, oggi stesso, a questo nuovo futuro della politica italiana””.

Berlusconi ha detto di augurarsi che “”aderiscano tutti, nessuno escluso””, al nuovo partito, e che i suoi rappresentanti saranno scelti “”democraticamente dalla gente””.

“”Se l’altra parte avanzerà delle proposte o dirà di sì alle nostre proposte saremo lieti di trovare per il nostro paese una direzione di svolta che arricchisce la democrazia, lo sviluppo e la libertà””, ha detto il leader della Cdl ai giornalisti, in quella che potrebbe essere un’apertura al dialogo col centrosinistra, come gli hanno chiesto in questi giorni sia Gianfranco Fini che Pierferdinando Casini.

 

Massimo Bertacchi, già Consigliere Capogruppo in Consiglio Provinciale e Giorgio Barbolini gia Consigliere Capogruppo in Consiglio Comunale come iscritti di forza italia plaudono alla necessaria e inderogabile decisione  del presidente Berlusconi di sciogliere Forza Italia in una nuova formazione politica di centro destra che si chiamerà, appunto, “”Partito del popolo italiano delle libertà””.

Tale iniziativa si era ormai resa necessaria a motivo di un sempre più accentuato distacco di una parte della classe dirigente di Forza Italia dalla realtà del territorio. Siamo certi che anche a modena, ove tale necessità e’ particolarmente ineludibile, il nuovo soggetto politico tolga dalla scena personaggi che hanno privilegiato la propria fortuna personale alle esigenze vere del partito.

 

Massimo Bertacchi e Giorgio Barbolini

 

In occasione dei momenti importanti della vita civile italiana è avvenuto che la gente ha voluto dire il suo parere in merito, utilizzando un mezzo economico, ma efficace: La propria firma. Oggi, ma anche in molte altre occasioni, per i nostri rappresentanti politici questo  gesto può significare una sconfitta, oppure una vittoria, secondo l’esito ottenuto.

E’ una sconfitta, nel caso la partecipazione sia stata scarsa o nulla, come quando le idee vengono imposte da pochi e subite da molti o  moltissimi.
E’ una vittoria, nel caso la partecipazione sia alta o altissima, come quando le idee, proposte da pochi, vengono avvalorate da molti o moltissimi

I Circoli della Libertà di Modena e Provincia, insieme ai partiti del centrodestra, hanno raccolto le firme della gente che si sente “”esclusa”” dal modo di fare politica, riservata agli addetti ai lavori, sempre molto abili ad autoreferenziarsi a spese altrui.

A tutti coloro che hanno contribuito a dare questo segnale attraverso la loro firma vogliamo inviare un elogio ed un invito : abituarsi al dialogo con la gente comune, poichè, sulle cose concrete, ha molto più senso pratico dei nostri “”cervelloni””.

Giuseppe Barbanti

Presidente del Circolo della Libertà Cognento.

 

 

 

….

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...