Il Partito degli Scissi

Condividi su i tuoi canali:

... mentre la gente ha bisogno di risposte concrete c'è chi,  convinto che la politica sia un lavoro, si preoccupa di salvaguardare il proprio posto, a un anno dalle elezioni, anziché occuparsi del Paese.

 


Ma alla fine la scissione del e nel partito democratico c’è stata o no?

Perché in tutta sincerità il quadro appare francamente molto nebuloso, tra chi se n’è andato sbattendo la porta, chi è “”ricicciato”” entrando dalla finestra, chi minaccia di andarsene e chi minaccia di rimanere…non si riesce a capire nulla.

Prendete il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che prima annuncia la dipartita poi ci ripensa.

Oppure ai fuoriusciti, che hanno dato vita a articolo 1 – Mdp, annunciando che se cambierà la segreteria (ovviamente PD) sono pronti a rientrare nei ranghi.

Insomma, mentre la gente ha bisogno di risposte concrete questi poveracci, convinti che la politica sia un lavoro, si preoccupano di salvaguardare il proprio posto, a un anno dalle elezioni, anziché occuparsi del Paese.

Quindi sì, la scissione c’è stata, tra realtà e Partito Democratico.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria