Il bue e l’asino

Condividi su i tuoi canali:

""...Qui se c’è uno che è patentato di illiberalità, di totalitarismo e di atteggiamenti scimmiottescamente fascisti è proprio il leader di Futuro e Libertà per l’Italia, tal On. Gianfranco Fini...art. di Giacomo Bianchi

 


Ieri,[1]ascoltando il TG2, mi sono imbattuto nella dichiarazione di un esponente di Futuro e Libertà per l’Italia, a me del tutto ignoto e del quale non ricordo neanche il cognome, il quale ha affermato che “Berlusconi preferisce la Destra di Daniela Santanchè e quella di Francesco Storace, cioè una destra illiberale, razzista, xenofoba e fascistoide, alla destra di Fini che invece è la vera ed unica destra liberale, moderna e democratica”.

Io avrei aggiunto anche “miliardaria”, date le ultime vicende monegasche, ma non voglio pescare nel torbido come invece tenta di fare questo personaggio politico di quarta fascia!

Eh no!

Qui se c’è uno che è patentato di illiberalità, di totalitarismo e di atteggiamenti scimmiottescamente fascisti è proprio il leader di Futuro e Libertà per l’Italia, tal On. Gianfranco Fini, il quale per anni, nella ex AN, riuscì a non effettuare nessun Congresso degno di questo nome per evitare qualsiasi tentativo di discussione interna al partito,  al fine di non ritrovarsi di punto in bianco in minoranza.

In altre parole, “il bue dice cornuto all’asino”.

Mio caro neo colonnello finiano, oltre a consigliarti di studiare la Storia (perché è evidente che tale materia ti è poco nota), ti consiglierei anche un bagno di umiltà ed una rapida rivisitazione degli ultimi due anni per accorgerti che la tua dichiarazione sia non solo fuori luogo ma anche fuori la realtà.

Questa guerra interna di logoramento chi l’ha iniziata, voluta, fomentata e sostenuta, se non il Gianfry?

Se il Fini ed i suoi “colonnelli” (questa definizione mi ricorda tanto il regime totalitario greco) fossero stati alleati leali (si badi bene LEALI e non fedeli, perché in politica italiana la fedeltà è dote unica più che rara) noi oggi non saremmo qui a discutere “chi ha fatto cosa” ma parleremmo di progetti realizzati, di riforme istituzionali da implementare, di tasse da ridurre, di attività riproduttive da rilanciare e del benessere del popolo da migliorare.

Riflettete, prima che la valanga vi investa, riflettete e meditate, altrimenti dopo le elezioni sarete costretti ad andare a lavorare, e non so se siete abituati a questo!

 

Giacomo Bianchi

 



[1] 6 settembre 2010(NdR)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Amici della Musica di Modena

CONCERTI D’OGGI Domenica 11 dicembre – ore 17:00 Modena – Hangar Rosso Tiepido DUO PIANISTICO SCHIAVO-MARCHEGIANI Marco Schiavo – pianoforte Sergio Marchegiani – pianoforte Musiche