Ifigenia del Terzo Millennio

Condividi su i tuoi canali:

Memore delle sue nobili origini greche, Eva Kaili si è paragonata alla  mitica fanciulla  sacrificata per propiziarsi la benevolenza di  Artemide. E avrà una sorte benevola, come in una delle versioni di questo mito, con la giovane salvata dalla stessa dea che, impietosita, avvolge in  una fitta nebbia il luogo del sacrificio e la sostituisce con una cerva che verrà sgozzata al posto suo… anche se, più che una divinità, a trarre in salvo la parlamentare europea sarà l’abilità del suo  avvocato, saranno le dichiarazioni del suo  compagno che si è cavallerescamente  assunto ogni responsabilità.  

Il  “Qatargate”, come è stato prontamente denominato, il più grave scandalo nella storia dell’Unione europea, caratterizza  l’ultimo mese di questo tribolatissimo anno; siamo solo alle prime rivelazioni  di  quanto gli inquirenti stanno appurando: la pista investigativa porta a Paesi come il  Qatar e il  Marocco che, senza badare a spese, come si dice, hanno scelto la via della corruzione, pagando con munificenza   funzionari e politici  nell’Unione Europea, allo scopo di rifarsi un’immagine accettabile, lontana da quella comunemente loro  attribuita, di  Stati  autoritari,  noncuranti dei diritti umani, etc.

Questo, al fine di guadagnare credibilità, per  poter agevolmente  stringere ulteriori  vantaggiosi accordi economici e commerciali di ogni genere. In sostanza, pagavano affinché si parlasse  bene di loro, sottolineando, in particolare,   i progressi fatti  per la tutela dei diritti umani e  per la sicurezza  sul lavoro.

Credo che gli umoristi più raffinati storcerebbero il naso leggendo le notizie di questi giorni … non si possono  scrivere copioni così grossolani e inverosimili ! Ci siamo appena ripresi dalle notizie su  cani risparmiatori, con  spiccioli per 24.000 euro  custoditi nella cuccia, che cadiamo in un altro  scenario, ancora più spassoso : come nelle barzellette, come nei  filmetti  da quattro  soldi… ci sono valigie custodite in casa, piene zeppe di banconote per cifre da capogiro, valigie delle quali la padrona di casa non sa nulla. Il  denaro, oltre che non puzzare, qualsiasi  provenienza abbia, evidentemente non ha padre né madre, è di  tutti e di nessuno.

 Ci sarebbe da ridere, veramente.

La Presidente Ursula von der Leyen dopo il Consiglio UE, sullo scottante tema,   ha dichiarato: “Eventi come questo erodono la fiducia dei cittadini nelle istituzioni”.

Esattamente.

La fiducia è una cosa seria e, come se non bastassero le leggi inutilmente vessatorie, i provvedimenti incomprensibili, le imposizioni ai paesi membri UE, si aggiungono a tutto questo anche la corruzione e  l’inganno, fino a spendere parole di  lode per Paesi che, quanto alla difesa dei  diritti umani e della sicurezza sul lavoro lasciano molto  a desiderare.

In particolare, in questa vicenda, ha colpito  molto  che ad essere coinvolta sia persino un’alta carica del Parlamento Europeo, una dei 14 Vicepresidenti,  la deputata greca Eva Kaili.
Avvantaggiata da Madre Natura, in bellezza e intelligenza,  gratificata dalla piena  realizzazione professionale, dalla  serenità della vita familiare e dal dono della maternità … aveva tutto ma, evidentemente, non le bastava. È indagata, con altri nomi  eccellenti, come Antonio Panzeri, ex eurodeputato, Maria Colleone e Silvia Panzeri, rispettivamente moglie e figlia, Francesco Giorgi, compagno della Kaili, gli eurodeputati Cozzolino e Marc Tarabella. Elenco destinato ad allungarsi.

Non ha certo dimenticato le sue nobili origini greche, Eva Kaili che, sdegnosamente dichiaratasi all’oscuro di tutto ciò che c’era nelle predette valigie, in casa sua, ha paragonato sé stessa alla mitica fanciulla  sacrificata per propiziarsi la benevolenza della dea  Artemide che,  iraconda e vendicativa, per dimenticare una lontana offesa da parte di Agamennone pretese che le offrisse in sacrificio la più bella delle sue figlie, Ifigenia, appunto. A sacrificio compiuto, avrebbe fatto  cessare i  venti  contrari, permettendo  alla flotta greca, bloccata sulle spiagge dell’Aulide,  di ripartire alla volta di Troia.

Reminiscenze scolastiche, sulle differenti versioni di questo mito, mi fanno preferire la versione nella quale Ifigenia, all’ultimo momento,  è salvata dalla stessa dea che, impietosita, avvolge in  una fittissima nebbia il luogo del sacrificio e porta via la giovane,   sostituendola con una cerva che verrà sgozzata al posto suo… dopo di che,  senza indagare oltre,  i greci, paparino Agamennone in testa,  visti finalmente  i venti  volgere a loro  favore, salpano verso Troia. 

Penso che anche l’Ifigenia del Terzo Millennio avrà una sorte benevola, anche se, più che una divinità, a trarre in salvo la Kaili saranno le sue sdegnate  proteste di assoluta estraneità ai  fatti…  sarà l’abilità del suo  avvocato…  saranno le dichiarazioni del suo  compagno che si è cavallerescamente  assunto ogni responsabilità. Con un po’ di  cinismo, si potrebbe pensare che anche questa è un’ottima strategia difensiva, meglio uno  solo  della famiglia in carcere, il resto  si  aggiusterà.
E poi, andiamo, nessuno  più viene sacrificato nel nostro  civilissimo mondo moderno! Forse solo qualche migliaio di operai, vittime dell’assenza di sicurezza sul lavoro e e del  mancato rispetto dei diritti umani  elementari, la cui morte è celata dalla fittissima nebbia della colpevole indifferenza e  dell’omertà.  
Ma questa è un’altra storia.

Importante aggiornamento sul “Qatargate”… da un’agenzia dell’ANSA:
https://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2022/12/20/qatar-media-kaili-confessa-panzeri-accusa-tarabella_1fc950d5-e788-4e12-80ce-5c3d48748dce.html


[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

FESTIVAL FRANCESCANO

Sabato 23/9, ore 16 📍 Cappella Farnese, Bologna 💬 Omelia per gli invisibili 🗣️ Giovanni Checchinato, Vincenza Rando Conduce Pierluigi Senatore «Se un cristiano va

Umanisti e Una ballerina sulla luna

Venerdì 22 settembre alle ore 18.30 il Grand Hotel di Rimini ospiterà la presentazione del libro “Umanistili e Una ballerina sulla luna” di Elisa Rovesta (NFC Edizioni).  Durante la serata, moderata da Beatrice Bacchi, l’autrice