I primi passi di Renzi

Condividi su i tuoi canali:

Non appena iniziato,  il cammino del neo Presidente del Consiglio registra già quattro ""incidenti di percorso"" piuttosto gravi.

Dicevamo che non era giusto dare un giudizio su Renzi prima ancora che cominciasse a fare il capo del governo. Però come non notare che ai primi quattro passi che ha fatto ha pestato quattro “”m….e””?

La prima l’ha pestata il giorno dopo essere stato nominato: invece di starsene a Palazzo Chigi a lavorare per impostare l’attività del governo, se n’è andato in Veneto a fare un tour con chiari intenti elettorali. Meno male che dice di voler durare fino al 2018! I veneti hanno mangiato la foglia ed è stato contestato duramente.

La seconda l’ha pestata con i 500 e passa milioni di euro dati a Roma per coprire il deficit spaventoso del comune, frutto di decenni di fancazzismo, ruberie e incapacità amministrativa. In un primo momento aveva fatto ritirare il decreto “salva Roma”, ma poi anche lui ha ceduto. E gli italiani pagano.

La terza l’ha pestata aumentando ancora una volta le tasse sulla casa e il prezzo della benzina.

La quarta l’ha pestata nominando tre sottosegretari non propriamente esempio di virtù civili per essere stati coinvolti in episodi di malcostume politico.

Ma non doveva essere il rottamatore della vecchia politica, l’innovatore, quello che raddrizzava la barca?

Come inizio non c’è male. Staremo a vedere se almeno si pulisce le scarpe.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della