“I Farnese. Architettura, Arte e Potere”

Condividi su i tuoi canali:

La mostra allestita al Complesso Monumentale della Pilotta, Parma, il 18 marzo, si potrà visitare fino al 31 luglio 2022 nei giorni da martedì a domenica, dalle  10.30 alle 18.30. La mostra rimarrà chiusa al lunedì.

     Servizio fotografico di  Corrado Corradi     


Inaugurata il 18 marzo l’attesa Mostra “I Farnese. Architettura, Arte e Potere” presso il Complesso Monumentale della Pilotta. L’Università di Parma partner organizzativo e scientifico della più importante esposizione sulla Commitenza della Famiglia Farnese. Compagine politica culturale dell’Europa dal cinque al settecento. Le Arti come strumento di legittimazione. Il Dott. Simone Verde direttore della Pilotta e curatore della Mostra coadiuvato da Bruno Adorni, Carlo Mambriani, M.C. Quagliotti e Pietro Zanlari. La Collezione Rinascimentale, per la prima volta, mostra l’aderenza tra raccolte artistiche e riflessi residenziali così da evocare quel connubio tra opere architettoniche che legava i contenuti ai loro contenitori. I Voltoni del Guazzatoio, il Teatro Farnese, la Galleria Petitot e la Galleria Nazionale.

La rassegna presenta oltre 300 opere provenienti da collezioni pubbliche e private,italiane ed europee insieme ad opere della Collezione Farnese di Parma. Da sottolineare la presenza, dal Museè des Amerique -Auch, dell’opera “La Messa di San Gregorio” eseguita in Messico dagli Indios per ringraziare il Papa Paolo III della Bolla Sublimis Deus in cui si sanciva l’umanità dei nativi americani e ne condannava lo sfruttamento.

Sarà possibile visitare la mostra dal martedì alla domenica dalle 10,30  alle 18,30.

Info e prenotazioni :

https://complessopilotta.it/2022/02/08/mostra-i-farnese-architettura-arte-potere/

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gentilezza mal ripagata

Un gesto  di gentilezza, tenere aperto il portone  d’entrata del palazzo a chi segue … Le persone  educate lo compiono quasi automaticamente, non lascerebbero mai

Olimpiadi ma non in pace

Quando nell’antichità si svolgevano  le Olimpiadi, le guerre erano sospese da una tregua e quando Pierre de Coubertin volle riproporle nel mondo che si avviava