Halloween… è più facile

Condividi su i tuoi canali:

La dura legge del consumismo sfrenato fa  mettere  accanto ai rimasugli della cupa e caratteristica merceologia  di Halloween la splendente merce  natalizia e i mesti lumini cimiteriali.

A fine ottobre paesi e città si “addobbano” con i colori e la merceologia di Halloween. Non esiste  settore, da quello alimentare a quello zoologico, che sfugga a questa regola. Certo, soprattutto in questo tempo di dura crisi economica, se qualcosa  “”si vende””   è giusto  assecondare, talvolta  contribuire a creare, i gusti degli acquirenti. L’aspetto commerciale  è ormai indissolubilmente legato a ogni ricorrenza ed evento, sarebbe sciocco, pertanto,  negare l’importanza di questi appuntamenti. Essi, sollecitando gli acquisti, contribuiscono a rimettere pian piano in moto i consumi e aiutano il commercio.  Così, per  la dura legge del consumismo sfrenato nei primi giorni di novembre,  fa  mettere  accanto ai rimasugli della predetta cupa e caratteristica merceologia  di Halloween proprio la merce  natalizia,  inondando di panettoni, pandori, ghirlande e lucine i  banconi e gli  scaffali. Esteticamente apprezzo l’armonia e la bellezza di certi globi natalizi, vere opere d’arte,  l’incanto di  paesaggi innevati, riprodotti anche su semplici carte da regalo o l’armonia di vivide bacche rosse accostate al  verde degli abeti…ma è un  gran  colpo allo stomaco passare,  da una  zucca arancione  o da una maschera di zombie alle lucine e alle strenne…nonchè ai lumini cimiteriali, di ogni foggia e grandezza, data la concomitanza della commemorazione dei defunti.

E mi  accade sempre, in questo periodo,  di chiedermi come sia possibile che gli adulti organizzino una festa come quella di Halloween anche  per i bambini più piccoli, raccontino loro  storie di mostri e fantasmi, li facciano  travestire nei modi più orrendi, talvolta davvero discutibili e demoniaci o addirittura disgustosi e poi, per salvaguardare la  loro serenità, il giorno dopo evitino di portarli a visitare i cimiteri, certo non adatti. 

Sono anch’io  del parere che  questi non siano posti adatti ai bambini, non apprezzo e non condivido la religiosità imposta nè la costrizione, in questo come in ogni altro aspetto dell’educazione, ma questa scelta  contraddittoria mi fa sempre pensare che siano  gli adulti a non essere maturi e preparati. Forse perchè è più facile  travestirsi da mostri e fantasmi, impiastricciare  visetti innocenti,  mettendo in ridicolo la paura della morte che confrontarsi davvero con essa o  insegnare a un bambino la devozione per  chi non c’è più.

^^^^^^^^^^^^^^

Presento brevemente il numero on line da oggi.  I titoli in grassetto sono link diretti agli articoli… questo per consentire anche a chi non ha molto tempo a disposizione una più veloce  e agevole consultazione di Bice.

 

Modena rende onore ai Caduti di tutte le guerre    Comune di Modena

Ieri mattina la cerimonia al cimitero monumentale di San Cataldo. Domani, mercoledì 4 novembre le celebrazioni per il Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate

Halloween… è più facile            A.D.Z.

La dura legge del consumismo sfrenato fa  mettere  accanto ai rimasugli della cupa e caratteristica merceologia  di Halloween la splendente merce  natalizia e i mesti lumini cimiteriali.

Come dice il proverbio: alla fine tutti i nodi vengono al pettine  di  Massimo Nardi

Anni di malaffare e di menefreghismo su come gestire una nazione, emergono dal passato. eppure, assistiamo a un tragico gioco di scaricabarile fra i professionisti della politica.

La Giustizia ingiusta e inefficace        di Alberto Venturi

L’accoglienza è una opportunità che deve essere concessa a più migranti possibile, ma non può diventare un diritto da pretendere a prescindere, per cui un reato come lo spaccio, rivolto non solo contro il portafogli ma contro la vita stessa delle persone, deve concludersi, dopo l’espiazione della pena, con l’automatica espulsione.

“”Ritornerai … lo so ritornerai…””  di Alex Scardina

L’ormai ex sindaco di Roma, con le sue dimissioni “”retrattili””, i tentennamenti, la promessa di “”non deludere”” i suoi sostenitori più accaniti,  fanno pensare alla famosa canzone del compianto Bruno Lauzi. 

Banche sicure          Eugenio Benetazzo

Dal 2016 saremo obbligati a modificare sensibilmente il nostro approccio con gli istituti di credito e ad attivare un vero e proprio processo di screening per individuare e ricercare le banche patrimonialmente più solide e per questo (in teoria) più sicure. Sta diventando il tormentone di questa ultima parte dell’anno ossia come si fa a individuare una banca sicura.

 

Auguro a tutti buona settimana e buona lettura del n. 489-156

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

FESTIVAL FRANCESCANO

Sabato 23/9, ore 16 📍 Cappella Farnese, Bologna 💬 Omelia per gli invisibili 🗣️ Giovanni Checchinato, Vincenza Rando Conduce Pierluigi Senatore «Se un cristiano va

Umanisti e Una ballerina sulla luna

Venerdì 22 settembre alle ore 18.30 il Grand Hotel di Rimini ospiterà la presentazione del libro “Umanistili e Una ballerina sulla luna” di Elisa Rovesta (NFC Edizioni).  Durante la serata, moderata da Beatrice Bacchi, l’autrice