Gruppi Consiliari Lega Modena, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Alternativa Popolare, Gruppo Indipendente per Modena

Condividi su i tuoi canali:

PROTOCOLLO GENERALE n° 168568 del 04/05/2023 (P.E.C.)

Modena, 04/05/2023

Al Sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli

al Presidente del Consiglio Comunale Fabio Poggi

ORDINE DEL GIORNO

OGGETTO: Le istituzioni vanno sempre salvaguardate e in nessun caso attaccate sul piano personale (in riferimento alle parole proferite da Carlo De Benedetti all’indirizzo del Capo di Governo della Repubblica Italiana)

Premesso che:

  • il giorno 1°- 2 aprile 2023 si è tenuto a Modena presso la Chiesa di San Carlo il convegno/festival promosso dal quotidiano Domani dal titolo “Tempi Radicali”;
  • questo evento era patrocinato da Regione Emilia Romagna, Comune di Modena, Modena city of media arts, dalla Fondazione di Modena, dalla Fondazione Ordine dei Giornalisti e dall’Università di Modena e Reggio Emilia.

Considerato che:

  •  il giorno 1° aprile nella discussione intitolata “Una nuova sinistra è possibile” l’editore del giornale “il Domani” Carlo De Benedetti, dialogando con il segretario del PD Elena Ethen Schlein, attaccava frontalmente e pubblicamente il Presidente del Consiglio, insieme a tutto il Governo di centro-destra dal lei presieduto, con affermazioni improprie e offensive, che si riportano qui di seguito.

Riferendosi al Governo attuale: “La destra ha una caratteristica primaria: l’incompetenza. Poi sono in gran parte degli ignoranti. Poi sono in gran parte delle persone che non capiscono neanche quello che dicono”; all’indirizzo del Presidente del Consiglio dei Ministri Giorgia Meloni: “Quella figurina del nostro primo ministro quando esce da una riunione a Bruxelles dice che è soddisfatta: è una roba talmente autolesionista…vuol dire basta dargli niente che lei è soddisfatta. Allora questo dimostra demenza; io uso la parola demenza” e ha definito “baracconate” quanto avvenuto alla festa dell’Aeronautica;

  • le istituzioni non si offendono mai, né si offende una parte politica, che ha vinto legittimamente le elezioni, o il suo elettorato: perciò, le dichiarazioni di De Benedetti devono essere rispedite al mittente senza se e senza ma.

Sottolineato che:

  • l’Università di Modena e Reggio Emilia a fronte delle riprovevoli offese lanciate dall’industriale è uscita con la seguente nota: “L’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia esprime la propria netta presa di distanza dalle affermazioni dell’ing. Carlo De Benedetti, pronunciate durante l’iniziativa “L’Italia di domani. Tempi radicali” svoltasi a Modena l’1-2 aprile scorsi, con anche il Patrocinio dell’Ateneo”. E ancora: “Tali espressioni e toni sono in netto contrasto con i valori di rispetto e dialogo che l’Ateneo promuove e sostiene. Unimore ribadisce il suo impegno nel promuovere costantemente un confronto costruttivo e rispettoso delle istituzioni e delle figure istituzionali”.

Ricordando che:

  • diversi esponenti politici (non solo dello schieramento di centro-destra) hanno espresso solidarietà al Presidente del Consiglio condannando le parole di Carlo De Benedetti;
  • altresì che, in passato, altri giornali ed editori hanno attaccato, anche a livello personale, diversi esponenti politici di diversi partiti politici che in quel momento rappresentavano le istituzioni italiane, quali a titolo esemplificativo Romano Prodi, Silvio Berlusconi, Enrico Letta, Giuseppe Conte, Roberto Speranza, Bettino Craxi, Matteo Salvini, etc…

Ritenuto che:

  • sia inaccettabile offendere sul piano personale donne e uomini politici che rivestano anche importanti cariche istituzionali.

IL CONSIGLIO COMUNALE DI MODENA

  • si dissocia dalle parole inopportune proferite dall’editore del quotidiano “Domani”, Carlo De Benedetti;
  • manifesta la propria solidarietà al Presidente del Consiglio così come a tutti i leader politici con ruoli istituzionali che sono stati attaccati in passato sul piano personale invece che sul piano squisitamente politico.

I consiglieri:

Giovanni Bertoldi

Barbara Moretti

Stefano Prampolini

Luigia Santoro

Alberto Bosi

Piergiulio Giacobazzi

Antonio Baldini

Elisa Rossini

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Leva obbligatoria

La politica italiana gioca ai soldatini senza nemmeno sapere le regole del gioco. La politica italiana conferma la sua impreparazione sui temi militari e questa