Grazie dei voti

Condividi su i tuoi canali:

Sinistra e sanculotti grillini giocano con l’intelligenza delle persone. Mandare Salvini di fronte a un giudice per un presunto sequestro di persona può essere un boomerang.

 


Se Nilla Pizzi cantava “Grazie dei fiori”, Matteo Salvini può cantare “Grazie dei voti”. Sì, perché dopo che il Senato ha votato la richiesta di autorizzazione a procedere contro di lui per il caso nave militare Gregoretti, il guerriero lombardo rastrellerà nuovi consensi, da quello che rimane di FI, di FdI, ma probabilmente anche di coloro che oggi non votano, però, ragionano con il cervello e vedono una strumentalizzazione dell’accaduto. Faccio un passo indietro su quanto scritto e con la memoria ricordo un a faccia a faccia del primo Salvini, che aveva ereditato una Lega Nord al 4% (2013), con la Kashetu Kyenge, detta Cécil, che il PD aveva mandato al confronto-sbaraglio, non capendo che il vento stava cambiando. Fu un disastro, per il Pd. Personalmente, terminata la trasmissione, me ne uscii con la frase: – Hanno regalato 200.000 voti alla Lega Nord -. Mi sbagliavo, alle Europee del 2014 raggranellarono ben più di quelli che avevo previsto! Ma adesso, cosa succede? La parola torna alla Procura di Catania che già si era espressa per l’archiviazione dell’inchiesta valutando che non ci fosse stato alcun sequestro dei 131 migranti raccolti dalla nave che nel luglio scorso li aveva soccorsi, ma poi era stata bloccata per sei giorni proprio dall’ex ministro dell’Interno. Non starò a ripercorrere tutta la storia per non annoiare il lettore, anche perché, ne hanno parlato tutti. Comunque, ritengo sia necessario chiarire qualche punto che può essere sfuggito. 

Detto francamente, credo che gli italiani siano stufi della guerra intrapresa contro la persona di Matteo Salvini. Ho espresso più di una volta il pensiero che la politica sull’immigrazione fatta dalla Lega è più diretta alla pancia della gente, che a risolvere il problema. Tuttavia, non credo sia il metodo giusto quello usato da sinistra e novelli sanculotti per battere un avversario politico. In primis, perché i presunti sequestrati (sta alla magistratura decidere) erano a bordo di una nave appartenente a uno Stato sovrano e democratico e non di un fatiscente barcone. Inoltre, non erano sottoposti ad atti vessatori da parte dell’equipaggio. Dissetati e sfamati, niente a che vedere con un centro d’accoglienza libico. Erano sì limitati nei movimenti, ma parliamoci chiaro, chi decide di fare il salto aldilà del Mediterraneo per arrivare in Europa, mette in nota difficoltà come il rischio di essere ammazzato o seviziato. Sarà un caso, ma la sinistra, per annientare l’avversario, deve ricorrere alla magistratura? Possibile che non veda quanto gli italiani apprezzano l’operato del loro antagonista? L’ho detto e lo ripeto, il Capitano (ma ha fatto il militare?), parla alla gente e alla loro pancia.

Stendiamo una pietra tombale sul M5S, eletti con un programma populista da partito della bistecca per tutti, anche per vegetariani e vegani compresi. Se volevano essere ricordati nella storia della Repubblica, ci sono sicuramente riusciti. Certo, il commento finale che si può leggere in un piccolo riassunto di storia dei partiti, scritto da una persona con un minimo di buon senso, può solo terminare con: -… la loro presenza è il peggio del peggio che poteva capitare a questa nazione -. Individui senza cultura di come si possa governare uno stato, dall’economia, alla politica interna ed estera. Lasciamo poi perdere la legge sulla prescrizione. Se esperti di giurisprudenza dicono che è una boiata pazzesca, forse, il loro parere qualcosa potrà valere. Certamente, un po’ di più di quella di un avvocato cresciuto a suon di musica. Aboliscono la rappresentanza parlamentare, senza sapere o far finta di non sapere, che, forse, bisognava prima varare una nuova legge elettorale che desse una successiva effettiva rappresentanza nei nuovi collegi che si andranno a creare. Il reddito di cittadinanza rimane ancora un mistero. Non ne hanno azzeccata una. Per loro, la democrazia è un PC. Andate sul sito della Camera e leggetevi le loro dichiarazioni dei redditi e che cosa facevano prima di essere eletti. Hanno gridato ai quattro venti di avere abolito la povertà. Sì, la loro, ma non voglio essere troppo cattivo. Diciamolo, si sono assicurati per un certo periodo uno stipendio da favola.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Razzismo, vittimismo, protagonismo

Così come nulla impedisce al sole di sorgere, nulla impedisce che a febbraio  si  rinnovi l’appuntamento  con il  Festival di Sanremo. Soltanto un extraterrestre potrebbe

Acutil

Ricordo che mia madre mi faceva assumere questo medicinale, citato nel titolo, durante il periodo scolastico (ai miei tempi non si chiamava integratore) per favorire