Giù le mani da piazza Roma

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

“O Novipark o niente!”.

Questo pare essere il diktat dell’assessore Sitta in termini di parcheggi dopo le ultime dichiarazioni sulla pedonalizzazione di Piazza Roma nella primavera 2013.

Non ci stupisce di certo l’arroganza di un Assessore che in questi anni nelle vesti di Amministratore ha dimostrato a nostro modesto parere totale disinteresse per quelle che sono le reali necessità della cittadinanza, offrendole progetti scellerati che nessuna risposta danno alle vere problematiche presenti in Città.

Ciò è dimostrato nella stragrande maggioranza dei progetti portati a casa, uno su tutti l’area ex AMCM, che l’assessore e tutta la sua troupe non si sono fatti tante remore nel demolire nonostante quello che rappresentava storicamente per Modena.

Per non parlare poi della piscina al parco Ferrari o dei PEEP sui pozzi acquiferi, disastri bloccati (momentaneamente?) solo dal duro intervento dei suoi compagni di partito.

Oggi un’altra puntata è quella che pare l’Odissea Novipark, all’interno della quale, stando alle dichiarazioni dell’assessore Sitta, è previsto tra circa un anno lo sgombero del parcheggio di Piazza Roma.

Così, pur non sapendo dell’eventuale successo riscosso dal nuovo parcheggio, si andrà a tagliare quello maggiormente  utilizzato, l’unico con accesso diretto nel cuore del Centro Storico, sempre “imballato”.

Un’ “abile” mossa quella dell’amministratore che con un colpo di fioretto (più che di fioretto, di bastone vista l’eleganza e la disponibilità al dialogo dimostrata) mette in fila e fa marciare tutti, residenti, commercianti e semplici visitatori del centro, in direzione Novipark.

 Un “abile” mossa che costa tanto cara a tutti, ma in special modo ai commercianti, ai ristoratori, ecc…; tutti possiamo concordare sul fatto che sarebbe stupendo vedere Piazza Roma nuda, senza tutte quelle carcasse di metallo, ma al momento le priorità devono essere sicuramente altre!

Bisogna ricordare che l’Assessore Sitta oltre che a ricoprire la delega all’urbanistica, settore per il quale dimostra uno sfrenato attivismo,  dovrebbe ricoprirla anche per il Centro Storico.

Questa seconda delega, di fondamentale importanza per la sopravvivenza del cuore della Città deve assolutamente tener conto delle proprie esigenze; già decine e decine sono le attività, tra cui in particolare alcune botteghe storiche, che hanno dovuto chiudere i battenti perchè attanagliate dalla crisi economica.

Noi riteniamo che questo drastico provvedimento sarebbe il colpo di grazia.

Per finire ci sembra assolutamente inopportuno che simili decisioni vengano prese a fine legislatura; a pochi mesi dalla scadenza elettorale sarebbe opportuno evitare danni che altri dovranno gestire, a meno che non lo si faccia appositamente come per lasciare un segno indelebile, una firma, a testimonianza delle nefandezze fatte.

 

Walter Bianchini e Nicola Rossi  Consiglieri Comunali LEGA MODErNA

Anna Benassati    Responsabile eventi e vivibilità centro storico

Marisa Colicchia  Responsabile commercio locale e piano sosta

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto