Formigine: approvato bilancio di previsione 2016

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

 

 

BILANCIO 2016, NIENTE AUMENTO TASSE

Formigine è il primo Comune con Maranello a livello provinciale, ad approvare  il documento che prevede anche risparmi di spese e la conferma delle risorse per l’erogazione dei servizi alle persone e alle famiglie

 

 

“Nella redazione del bilancio preventivo, ci siamo posti due obiettivi: da un lato evitare aumenti di imposte e di tariffe e confermare le misure di contenimento delle spese di personale e di quelle della macchina amministrativa; dall’altro mantenere i servizi per un Comune che si caratterizza per un’elevata domanda e che da anni vincola il 50% delle sue risorse all’erogazione di servizi alla persona e alla famiglia”.

Con queste parole, il Sindaco Maria Costi ha introdotto al Consiglio Comunale nella seduta di ieri giovedì 17 dicembre, le linee guida del bilancio di previsione 2016 che è stato approvato con voto compatto della maggioranza, al termine di un dibattito che ha coinvolto molti consiglieri nel corso del quale non sono stati accolti gli emendamenti proposti, molti dei quali tecnicamente non ammissibili. Formigine è il primo Comune, con Maranello, a portare in discussione il bilancio a livello provinciale. Un bilancio che non è altro che la trasposizione in cifre dei programmi e delle azioni individuate nel DUP (Documento Unico di Programmazione) che fa parte delle novità introdotte dalla contabilità armonizzata che dal 2016 sarà a pieno regime. La sua funzione è quella di definire l’ordine dei fattori: prima la programmazione dell’agire, poi la definizione del fare. “Importante sarà il sostegno agli investimenti – ha sottolineato il Sindaco Costi – che significa sostegno all’imprenditoria, senza ricorrere all’indebitamento e continuando nella buona prassi di utilizzare tutti gli oneri di urbanizzazione per gli investimenti. Il sostegno alle imprese, e di riflesso anche alla famiglie, passa attraverso il rispetto dei tempi di pagamento e il mantenimento dell’aliquota, ridotta al  ridotta al minimo di legge – ovvero il 7,6 per mille – per i nuovi insediamenti produttivi e per i negozi di proprietà dell’imprenditore. Infine, in un’ottica di trasparenza, di equità e di partecipazione, confermiamo l’impegno nel comunicare le scelte che danno forma al bilancio, rendendolo il più semplice e il più accessibile possibile. L’entrata in vigore della nuova contabilità ha complicato ancora più le cose, ma accettiamo la sfida di comunicare anche questo e i bilanci futuri. Del resto, permettetemi di ricordare che ci è stata riconosciuta questa capacità con un prestigioso riconoscimento come l’Oscar di Bilancio, che ci è stato assegnato per ben due anni consecutivi. Proseguiremo inoltre l’attività di lotta all’evasione che ci ha permesso di conseguire un altro riconoscimento nazionale altrettanto importante e carico di significato come il Premio Pio La Torre”. Una delle leve dello sviluppo collegate alle politiche di bilancio è certamente il versante degli investimenti, per i quali il Comune si è impegnato a reperire risorse esterne che consentiranno di riqualificare per stralci il centro storico di Formigine e di Casinalbo e l’edificio denominato Cà Bella; realizzare il nucleo demenze nella struttura della casa protetta per anziani Opera Pia Castiglioni; un tratto di pista ciclabile che collegherà Formigine all’ospedale di Baggiovara; il by pass Corassori; una casa della musica e importanti interventi strutturali sugli edifici scolastici. “A questi importanti interventi – ha concluso il Sindaco – si aggiungono quelli programmati all’interno degli accordi urbanistici, nonché la realizzazione della Tangenziale Sud, opera che rivendichiamo come importante per il nostro territorio, comunque condizionata al reperimento di risorse. Non si farà quindi ricorso ad alcun nuovo debito”.

Il Consiglio Comunale ha poi approvato lo schema di convenzione per il conferimento all’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico delle funzioni di centrale di committenza. E’ stato anche votato all’unanimità l’ordine del giorno sull’adesione alla rete nazionale degli enti locali territoriali che si impegnano a combattere gli sprechi alimentari e anche l’adesione all’associazione Sprecozero.net che sarà approfondita nel corso della prossima seduta di gennaio 2016 con la presenza in aula del presidente e sindaco di Sasso Marconi Stefano Mazzetti. Infine, il consigliere di Forza Italia Piergiulio Giacobazzi ha comunicato che lascerà il Consiglio Comunale per adempiere a nuovi incarichi.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto