“Fiorano incontra gli autori” : Walter Veltroni

Condividi su i tuoi canali:

None

Comunicato stampa n. 06.2013

Primo incontro della rassegna:

Walter Veltroni

“La dimensione del sogno come energia”

Si è svolto questa mattina al Teatro Astoria di Fiorano Modenese l’incontro inaugurale della 9° edizione della rassegna “Fiorano incontra gli autori”, curata da Roberto Armenia, dal Comitato Fiorano in Festa e da Lapam Confartigianato Imprese, con il patrocinio del Comune di Fiorano Modenese: il primo ospite dell’edizione 2013 è stato il giornalista, politico e scrittore Walter Veltroni, che ha presentato il suo ultimo romanzo, “L’Isola e le Rose” (Rizzoli Editore), un mix di realtà, sogno, gioventù e grandi ideali.“L’Isola e le Rose” è tratto, molto liberamente, da un fatto di cronaca risalente agli anni ’60: Giorgio Rosa, ingegnere bolognese, costruì una piattaforma nel Mare Adriatico al largo di Rimini, qualche centinaio di metri fuori dalle acque territoriali italiane, e il primo maggio del 1968 proclamò unilateralmente la nascita della Repubblica Esperantista dell’Isola delle Rose, ma dopo nemmeno due mesi l’Italia sottopose la micronazione a un blocco navale, la occupò e in seguito la fece affondare con una carica di dinamite.

Sul palco, insieme a Veltroni, erano presenti Anna Lisa Lamazzi, assessore alle politiche culturali del Comune di Fiorano, Amedeo Genedani, vice presidente di Lapam Confartigianato Imprese di Modena e Reggio Emilia, e l’Avvocato Gian Carla Moscattini, presidente del Comitato Fiorano in Festa. Ha guidato l’incontro il giornalista Roberto Armenia.

Oltre a raccontare il fatto realmente accaduto al quale si è ispirato e la trama del romanzo che è riuscito magistralmente a cucirgli intorno, Veltroni ha voluto sottolineare le idee che sostengono questo romanzo e alle quali lui è particolarmente affezionato, come l’importanza dell’utopia come sprone a camminare e progredire, l’importanza dei “visionari”, cioè di coloro che hanno la capacità di guardare avanti e contemporaneamente guardarsi intorno, senza bloccarsi sui problemi del quotidiano, l’importanza di riscoprire il gusto di fare le cose insieme, in un momento storico in cui la parola che si sente dire più frequentemente è “io”, e mai “noi”. Perché governare, governare un Paese come governare la propria vita, consiste nello stendere una serie di fili, e questo ci porta a renderci conto del fatto che gli altri sono davvero la nostra ricchezza.

Il secondo incontro della rassegna “Fiorano incontra gli autori” avrà come ospite Vittorino Andreoli, psichiatra di fama internazionale: l’incontro si terrà domenica 12 maggio alle 11 presso il Teatro Astoria di Fiorano Modenese.

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

La prudenza non è mai troppa

Ritenute espressioni della saggezza popolare, i proverbi contengono una lezioncina morale o danno  consigli e come tali si accettano ; certo a volte sono insopportabili

Accogliere e inserire si può

È arrivato alle cronache il caso di Dino Baraggioli, titolare dell’Artplast di Robbio, nel Pavese, con 90 dipendenti, che – come racconta l’Agi- aveva grosse

Biden o Trump? Le ricadute per l’Europa

Al di là dell’oceano, nella capitale dell’impero, con le elezioni di novembre,  l’inquilino della casa Bianca potrebbe cambiare, ossia il presidente. Quello che ha il potere