Finale, Pd e Psi chiedono al sindaco di autosospendersi

Condividi su i tuoi canali:

None

“La scelta di Raimondo Soragni di candidarsi nelle file dell’Udc, forza politica non presente nella maggioranza votata dai finalesi, rimane politicamente contraddittoria e incoerente”

 

Il Partito democratico e il Partito socialista di Finale Emilia chiedono al sindaco Raimondo  Soragni di autosospendersi  dall’esercizio delle funzioni di primo cittadino fino al termine della campagna elettorale, delegando a ciò il vicesindaco e la Giunta. E’ questa la richiesta contenuta in un documento che le due forze politiche di maggioranza in Consiglio comunale a Finale consegneranno questa sera al sindaco.

“La scelta di Raimondo Soragni – si legge nel documento – di candidarsi alle prossime elezioni regionali nelle file dell’UDC, forza politica non presente nella maggioranza votata dai finalesi, rimane politicamente contraddittoria e incoerente.

Per senso di responsabilità – prosegue la nota – questa maggioranza ha già espresso in Consiglio Comunale la volontà che siano rispettati gli impegni presi con i cittadini e al tempo stesso che sia garantita la correttezza del confronto in campagna elettorale, senza commistione di ruoli.

Ora, avvertendo questo oggettivo rischio ed intendendo allontanare il sospetto di alcun tipo di condizionamento – conclude il documento – chiediamo che sia completamente tenuta al riparo l’Amministrazione Comunale dalla competizione elettorale”. 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...