FIABA, MITO, DRAMMA Domani torna Note d’Estate

Condividi su i tuoi canali:

None

 

 

Secondo appuntamento domani, venerdì 12 luglio, con la Rassegna Note d’Estate, promossa dal Comune di Sassuolo in collaborazione con la Fondazione Arturo Toscanini di Parma e il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena.

 

Con ingresso gratuito e consentito fino a esaurimento posti in piazzale Della Rosa, con lo sfondo di Palazzo Ducale, dalle 21,15

sarà di scena “Fiaba, Mito, Dramma, viaggio sinfonico da Mozart a Dupin”

 

A Mozart che sempre ci conquista per le qualità profondamente umane della sua musica, dedichiamo un concerto il cui programma, a parte l’amatissima Sinfonia n.40 dall’incipit così sensuale, prende in considerazione il suo teatro con due Ouverture, quella Le Nozze di Figaro dall’andamento vorticoso esaltato dal suono brillante ed estroverso degli strumentini, mentre all’opposto l’Ouverture del Don Giovanni, è impregnata di sonorità scure ed inquiete. Don Giovanni è un’icona, un personaggio immortale, come lo è Violetta della Traviata a cui si ispira la Fantasia di Dupin. Mihaela Costea, solista al violino, porterà a quella musica un incontenibile brio, quando esso non sconfinerà nel virtuosismo più estremo: sono tutti gli elementi, compresa una distesa cantabilità attraverso i quali l’autore rievoca i momenti salienti del capolavoro verdiano. 

 

L’Orchestra dell’Emilia Romagna Arturo Toscanini sarà diretta da Nicola Valentini, con Mihaela Costea al violino solista.

 

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.