FI . “”BENE RETROMARCIA SU EURO 4″”

Condividi su i tuoi canali:

None

Retromarcia sugli Euro 4: una vittoria del centrodestra, ma che figuraccia Bonaccini’

Il capogruppo di Forza Italia Andrea Galli: ‘La giunta regionale voleva imporre la sostituzione di auto ancora perfettamente funzionanti ai cittadini quando gli enti pubblici, Comuni e aziende di trasporto locali, continuavano ad utilizzare vecchi mezzi Euro 2 o Euro 3′

 

“”La retromarcia della giunta regionale sullo stop agli Euro 4 è una vittoria del centrodestra. Capiamo che per il presidente Bonaccini deve essere stata dura rimangiarsi la parola, ma la figuraccia di qualche politico di professione val bene la salvaguardia dei bilanci di tante famiglie e imprese emiliane””. A commentare la retromarcia della Regione sullo stop ai veicoli diesel Euro 4 è il capogruppo di Forza Italia in Regione Andrea Galli. “”La difesa della qualità dell’aria nella nostra Regione è una priorità per Forza Italia, ma il divieto inizialmente previsto nel Pair era puramente demagogico ed estremamente penalizzante per cittadini e aziende – continua Galli -. La giunta regionale voleva imporre la sostituzione di auto ancora perfettamente funzionanti ai cittadini quando gli enti pubblici, Comuni e aziende di trasporto locali, continuavano ad utilizzare vecchi mezzi Euro 2 o Euro 3. A riguardo ho anche predisposto un accesso atti per fare il quadro esatto del parco mezzi di Seta, il 32% dei quali risultano addirittura Euro 2 estremamente inquinanti. Non solo. Per compiacere Hera, nulla era previsto sul fronte della diminuzione di rifiuti bruciati negli inceneritori emiliani, a partire da quello modenese completamente sovradimensionato rispetto alla quantità di immondizia prodotta in Provincia. Ora Bonaccini ha fatto marcia indietro sugli Euro 4 e ne prendiamo atto: una mossa disperata e legata alla consapevolezza della emorragia di voti che il blocco avrebbe comportato. Il problema è che questa misura non andava nemmeno pensata senza lo stanziamento preventivo di incentivi economici determinanti alla rottamazione””.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.