FDI: SOLIDARIETA’ AI SEI MEDICI PER L’AZIONE VESSATORIA DA PARTE DELL’AUSL

Condividi su i tuoi canali:

Piena solidarietà ai sei medici del 118 delle provincie di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena, che hanno avuto una brutta sorpresa in busta paga: hanno subito una decurtazione della quota stipendiale di 900 euro, a seguito del rifiuto di aiutare il 118 così come richiesto dall’Ausl Romagna, limitandosi a svolgere le mansioni contrattuali.
Siamo costernati che anzichè compiere scelte che promuovano ed incentivino l’attività medica all’interno delle strutture sanitarie pubbliche, si  scelga di compiere atti vessatori nei confronti di quei pochi medici che continuano a prestare la loro attività al servizio della comunità.

“L’efficiente” sistema sanitario emiliano romagnolo vive una profonda crisi emergenziale dovuta alla carenza di personale medico, in quanto negli ultimi anni è mancata la programmazione nel lungo periodo. Purtroppo la regione Emilia-Romagna, per sopperire alla carenza di medici, ha intrapreso la strada di appaltare servizi sanitari pubblici a cooperative di servizi, con costi elevati, invece che sostenere il lavoro dei medici alle dipendenze delle Ausl.Lo dichiara:

Avv. Marco Lisei – Capogruppo FDI Regione Emilia Romagna

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire