Fazio, di fatto, Ministro della Salute

Condividi su i tuoi canali:

None

Informiamo che con il Decreto 21.5.2009 del Presidente della Repubblica Napolitano, il prof. Ferruccio Fazio, già Sottosegretario di Stato presso il Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali, è stato insignito del titolo di Vice Ministro. Già il giorno precedente con Decreto 20.05.2009 del Ministro Maurizio Sacconi al prof. Ferruccio Fazio sono state delegate tutte le competenze sanitarie: programmazione, professioni sanitarie specialistiche e non, istruzione, università e ricerca, servizio informativo, ricerca scientifica, l’Istituto Superiore della Sanità (ISS), farmaco e vigilanza (AIFA); centro controllo malattie e tutela dell’ambiente, Consiglio Superiore Sanità (CSS), federalismo fiscale sanitario, personale del Servizio Sanitario Nazionale (SSN)……

Tale delega si estende all’esercizio di tutti i poteri inclusa la firma di atti e provvedimenti, nomine, annullamenti, revoche e scioglimento di organi amministrativi, di controllo, di comitati tecnici anche internazionali. In altre parole il prof. Fazio (attualmente Primario di medicina nucleare e radioterapia presso l’istituto scientifico universitario San Raffaele, ordinario di diagnostica per immagini e radioterapia all’università degli studi Milano-Bicocca e direttore dell’istituto di bioimmagini e fisiologia molecolari del C.N.R.) è diventato di fatto il Ministro della Salute plenipotenziario. Ferruccio Fazio è nato a Garessio (CN) il 7.8.1944, si è laureato in medicina e chirurgia presso l’università di Pisa nel 1968 e ha conseguito la specialità di medicina nucleare nel 1970.

Si profila una medicalizzazione spinta e pericolosa. 

.

La Segreteria

Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.