Fare beneficenza con i soldi degli altri

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
Il signor Rutelli forse l’ha dimenticato, ma tutti quei milioni di euro non sono soldi suoi,né di quel partitello chiamato Margherita. Quelli sono soldi degli elettori italiani
art. di Maria

 

 

Si sprecano i detti, i proverbi, gli aforismi e i motti vari, con tema il denaro e il dono in genere…. In particolare, “Pecunia non olet” che fa accettare denaro di qualsiasi provenienza, perché “non puzza” e “A caval donato non si guarda in bocca”, come dire che a ciò che arriva in regalo non si deve guardare troppo per il sottile, lo si accetta e basta.

Essi, tuttavia, non mi sembrano i più adatti a definire il bel colpo di teatro di Francesco Rutelli. Il quale ha proclamato che verserà  all’INPS, a favore degli “esodati” , dapprima i cinque milioni di euro rimasti nelle casse della Margherita, gli spiccioli insomma…e poi tutti gli altri milioni di euro, man mano che rientreranno, immagino restituiti da Lusi, tesoriere manolesta, nuova figura professionale, trasversale ai partiti, non appannaggio esclusivo di nessuna fazione. Anche qui la par condicio.

Oltre che piuttosto ottimista, il signor Rutelli, riguardo alla restituzione, si dimostra anche un tantino ingenuo, pensando di aver riguadagnato la fiducia di qualcuno. A me personalmente ha dato particolarmente fastidio quell’ostentazione di virtù, per molti  motivi . Il primo, è che è molto comodo fare la beneficenza con i soldi degli altri, perché quelli, il signor Rutelli  forse l’ha dimenticato, non sono soldi suoi,né di quel partitello chiamato Margherita. Quelli  sono soldi degli elettori italiani, che dovevano rimborsare spese elettorali, non fare  salvadanaio del suo partito.

L’altro motivo è a mio avviso altrettanto serio e grave: se  non fosse venuta fuori tutta questa buriana, se il “tesoriere manolesta” di cui sopra fosse stato ancora più  furbo e non si fosse fatto scoprire…tutti quei milioni di euro, di cui ora così generosamente si priva, li avrebbe mai dati in beneficenza?. Infine, se può privarsene con tanta munificenza, essi evidentemente sono  di gran lunga superiori all’ammontare spese elettorali effettivamente sostenute…

E magari alla fine il predetto colpo di teatro del cherubino  si rivelerà un’ autorete.

 

Maria

 

© Riproduzione Riservata

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Ius Scholae

Fratelli d’Italia: “Bonaccini invece di offendere pensi a risolvere i problemi dei cittadini”Mentre imprese e cittadini sono in ginocchio davanti una grave crisi economica, caratterizzata

“PREMIO EMAS 2022”

L’ Ente Parchi Emilia Centrale vince il “Premio Emas 2022” per la dichiarazione ambientale piú efficace a livello nazionale L’Ente Parchi Emilia Centrale ha vinto