Fango sugli avversari

Condividi su i tuoi canali:

None

In merito al comunicato dell’ Amminsitrazione Comunale di Nonantola il Capogruppo e Coordinatore di Forza Italia così lamenta:

L’Amministrazione Comunale si dovrebbe vergognare perche’ invece di spiegare per quale motivo ogni anno si “”dimentichi”” di organizzare eventi per le ricorrenze storiche in memoria delle vittime dei totalitarismi comunisti , getta fango sugli avversari , nella migliore tradizione comunista , incolpando qualcun altro e tentando cosi’ goffamente di distrarre l’attenzione dalla realtà dei fatti. Nel fare questo inoltre l’Amministrazione viola la cosiddetta “”par condicio””, in quanto pubblica queste polemiche sul sito internet del Comune di Nonantola e le invia agli iscritti alla mailing list del Comune, fatto gravissimo e di una scorrettezza inaudita in periodo elettorale, in quanto l’opposizione non puo’ utilizzare questi strumenti e non c’è quindi nessuna parità di accesso a questi mezzi di comunicazione. Tornando poi alle dichiarazioni del comunicato, e’ singolare che prima l’Amministrazione Comunale da una parte affermi giustamente che le vittime dei regimi totalitari hanno pari dignità e meritano pari rispetto al di là delle ideologie, e poi invece, smentendosi clamorosamente, affermi che le manifestazioni per il ricordo delle vittime delle foibe e del comunismo ce le dovremmo  organizzare da soli, quando invece quelle per il “”Giorno della memoria”” le organizza il Comune con i soldi di tutti e  utilizzando le strutture degli pubbliche. Incredibile poi che l’Amministrazione Comunale,come un disco rotto, continui a rispondere ad ogni  osservazione  che la colpa e’ sempre e solo dei presunti tagli del governo, quando invece i soldi al Comune non mancano, come dimostrano le svariate iniziative culturali già organizzate, come ad es. il Festival della cultura africana, e come dimostrano gli avanzi di bilancio di ogni anno, cioe’ soldi incassati con le tasse a non spesi.

 

 

[ratings]

Ultimi articoli

I nostri social

Articoli popolari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo