FALSA LA NOTIZIA SULL’ISCRIZIONE DI CRISTIANO ANNOVI NEL REGISTRO DEGLI INDAGATI DELLA PROCURA DI MODENA

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

 

IL RESPONSABILE ANTICORRUZIONE E TRASPARENZA IN ASSEMBLEA LEGISLATIVA QUERELA IL GIORNALISTA DELLA GAZZETTA DI MODENA PER DIFFAMAZIONE PLURIAGGRAVATA

 

Nessun coinvolgimento nelle indagini su irregolarità nei bilanci della partecipata del Comune di Sassuolo. Totalmente falso l’articolo pubblicato il 25 aprile dalla Gazzetta di Modena, nel quale si dava la notizia – falsa – della sua iscrizione nel registro degli indagati della Procura di Modena.

Pur non avendo mai avuto alcuno dubbio, Cristiano Annoviresponsabile Anti-corruzione e trasparenza dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna, ha atteso la conferma da parte della Procura di Modena per dare mandato al suo avvocato, Michele Gentiloni Silveri, del foro di Roma, di sporgere querela per diffamazione pluriaggravata contro il giornalista F.D. della Gazzetta di Modena e i presunti, ignoti, suggeritori delle false notizie.

Un atto dovuto a tutela della propria immagine professionale e, indirettamente, a tutela dell’onorabilità dell’Assemblea Legislativa della Regione Emilia Romagna che gli ha conferito l’incarico, confermato il 10 giugno 2015.

In 20 anni di lavoro in pubbliche amministrazioni, dove ho ricoperto ruoli di grande responsabilità – afferma Annovi– anche nei momenti di più elevata tensione politica ho sempre tenuto un doveroso silenzio e avuto il totale rispetto per le prerogative di organi politici, magistrature e mezzi di comunicazione. Non amo gli sconfinamenti di campo, ma in questo caso non posso tacere davanti a falsità che, temo, siano state costruite per danneggiarmi professionalmente e tentare di trascinarmi in un campo che non è il mio. Un atto dovuto a me stesso, alla mia famiglia e all’amministrazione nella quale mi onoro di operare”.

Dott. Cristiano Annovi

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...