EX POSTE/2 – ENTRO FINE FEBBRAIO I LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Già in occasione di Expo una parte dell’edificio di circa 500 metri quadrati, al piano terra, sarà utilizzabile come primo punto di accoglienza dei visitatori

Partiranno entro fine febbraio i lavori di ristrutturazione dell’edificio delle ex Poste, in via Nicolò dell’Abate. L’intervento, che avrà un costo di 1 milione 230 mila euro, prevede demolizioni e opere murarie di vario genere (coperture, pavimenti, serramenti, tinteggi), il rifacimento degli impianti elettrici (prese, illuminazione esterna e interna, trasmissione dati, telefonia) e meccanici (riscaldamento, raffrescamento, impianto idrico e sanitario), e l’installazione di un nuovo ascensore nel vano esistente dell’ex montacarichi.

La procedura di appalto è in via di conclusione e, nella prima fase, i lavori di ristrutturazione si concentreranno su un’area al piano terra di circa 500 metri quadrati, che sarà completata per essere utilizzabile in occasione dell’evento Expo come primo punto di accoglienza dei visitatori che raggiungeranno Modena in treno.

L’edificio, realizzato a metà 1900, ha una superficie complessiva di circa 2.155 metri quadrati ed è articolato su tre livelli: l’interrato, che rimarrà a destinazione di locali accessori (ad esempio deposito), il piano terra, con l’ingresso alla palazzina e locali di varie dimensioni, e il primo piano raggiungibile tramite due scale e un ascensore, con un lungo disimpegno da cui si accede a locali di varie dimensioni, tra cui un luminoso open-space.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

La prudenza non è mai troppa

Ritenute espressioni della saggezza popolare, i proverbi contengono una lezioncina morale o danno  consigli e come tali si accettano ; certo a volte sono insopportabili

Accogliere e inserire si può

È arrivato alle cronache il caso di Dino Baraggioli, titolare dell’Artplast di Robbio, nel Pavese, con 90 dipendenti, che – come racconta l’Agi- aveva grosse

Biden o Trump? Le ricadute per l’Europa

Al di là dell’oceano, nella capitale dell’impero, con le elezioni di novembre,  l’inquilino della casa Bianca potrebbe cambiare, ossia il presidente. Quello che ha il potere