Ex cinema Principe: le solite promesse

Condividi su i tuoi canali:

None

Niente di nuovo sotto il sole

Ce lo aspettavamo.

Per questo, a differenza di molti, non abbiamo a suo tempo esultato e siamo rimasti, scettici, ma corretti, ad aspettare: troppe volte abbiamo dovuto assistere a “marce indietro” da parte del Comune per potergli dare credito a priori.

Qualche tempo fa l’Assessore Sitta ebbe a dire dalle pagine dei quotidiani locali che le trattative per l’ex Cinema Principe erano in dirittura d’arrivo e che nel giro di un paio di settimane i Modenesi sarebbero stati informati.

L’ex cinema avrebbe dovuto essere acquistato dal Comune per circa 8 MLN di euro e, opportunamente ristrutturato, affidato in gestione ai conduttori del Michelangelo.

Un teatro-cinema, dunque, come anche da noi proposto e caldeggiato, con la possibilità, magari, di essere sfruttato pure come auditorium e sala convegni.

Ma non avevamo sbagliato a diffidare.

Nemmeno in questa circostanza l’Amministrazione si è infatti smentita: non solo ora ci viene a raccontare che occorrerà ancora un mese circa, ma nemmeno la destinazione d’uso annunciata appare più certa.

Sembra di essere ritornati indietro al tempo delle diatribe tra l’Assessore Sitta e il consigliere Garagnani in merito alle funzioni da attribuire a quel contenitore.

Arriveranno prima perfino le consultazioni elettorali delle decisioni sull’ex cinema…

Così, vorremmo sapere quanto durerà ancora questa pantomima, considerato anche che potrebbero esserci altri interessati all’acquisto dell’edificio.

Chissà, forse qualcuno ritiene che i cittadini, non avendo la possibilità di frequentare il novello teatro, abbiano piacere di assistere a “recite” gratuite come questa per non annoiarsi.

Se così fosse desidereremmo rassicurarlo: questo feuilletton ci è venuto a noia da tempo, ci indispettisce e vorremmo che avesse termine a breve, anche perché se è vero che l’ex cinema fu realizzato tra il 1959 e il 1961, la Soprintendenza potrebbe, a partire dal 2009, essere più rigida nei vincoli imposti.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo