Ennesimo Film Festival

Condividi su i tuoi canali:

Come per la seconda giornata di proiezioni di sabato, la kermesse internazionale di cortometraggi ha fatto registrare il tutto esaurito anche domenica, in occasione della cerimonia conclusiva. 

Servizio fotografico di Corrado Corradi


Si conclude la terza edizione dell’Ennesimo Film Festival
Vincono CUBS e Kapitalistis. Teatro Astoria sold out per due sere consecutive
 

Si è conclusa ieri, con il Teatro Astoria chiuso per la seconda volta di fila per sold out dopo aver riempito ognuno dei 400 posti disponibili in sala, la terza edizione dell’Ennesimo Film Festival.

Come per la seconda giornata di proiezioni di sabato, la kermesse internazionale di cortometraggi ha fatto registrare il tutto esaurito anche domenica, in occasione della cerimonia conclusiva aperta da Pier Bernardi e Giovanni Amighetti che hanno sonorizzato dal vivo The Great Train Robbery di Edwin Porter del 1903.

 

«È stato qualcosa di incredibile – spiegano Federico Ferrari e Mirco Marmiroli – vivere il Festival quest’anno. Gli ospiti internazionali, il meeting con i Festival della Regione Emilia-Romagna, i tantissimi studenti del progetto Non è l’Ennesima Giornata di Scuola presenti alla serata finale. A dimostrazione di come, soltanto insieme, agendo di comunità coinvolgendo il territorio in tutte le sue componenti amministrative, economiche e associative si possano creare manifestazioni meravigliose come quella appena conclusa. Speriamo, non solo che sia piaciuta la selezione dei film e le attività collaterali, ma di essere riusciti a far sentire il Festival non solo degli organizzatori, quanto di tutto il pubblico. Siamo estremamente soddisfatti ed estasiati di aver dovuto chiudere il Teatro due sere consecutive per aver raggiunto il limite massimo di capienza e vogliamo per questo ringraziare tutti i nostri sponsor e partner che per tutto l’anno hanno creduto a vario titolo del progetto permettendo al pubblico del Distretto Ceramico di poter accedere gratuitamente a tutti gli eventi».

 

A vincere l’Ennesimo Premio della Giuria, assegnati dai tre giurati Attilio Palmieri, Francesco Clerici e Francesca Piredda, è stato Cubs dell’islandese Nanna Kristín Magnúsdóttir, la storia coinvolgente e molto forte di un padre single che cerca di accontentare sua figlia organizzando un pigiama party con le sue amiche. La Giuria ha premiato Cubs per la sensibilità con cui viene rappresentato il rapporto tra le giovanissime protagoniste in un’atmosfera di crescente tensione, sotto lo sguardo disarmato e turbato del mondo adulto. Il film ha inoltre il merito di riflettere sull’impatto ossessivo e persuasivo dei social network sulla vita dei più giovani. Cubs era al Festival come una delle 11 première italiane in concorso e la regista, collegatasi con il Teatro Astoria dopo aver appreso la notizia, ha ringraziato la Giuria e gli organizzatori per l’ampio respiro internazionale che la sua opera sta raggiungendo in questo periodo. La Giuria ha poi voluto assegnare due menzioni speciali, per la Regia e per il Miglior Protagonista rispettivamente a Rosie Oh di Andy Koeger e al film iraniano Retouch di Kaveh Mazaheri. L’Ennesimo Premio Popolare, assegnato dal pubblico presente in sala, è andato a Kapitalistis di Pablo Munoz Gomez, il cortometraggio che racconta la storia del papà di Nikos alla ricerca di uno zaino PowerMax per suo figlio che considera Babbo Natale un capitalista perché porta giocattoli ai bambini ricchi e maglioni ai bambini poveri. Il Premio Artemisia, promosso dall’omonimo Circolo Culturale, è andato invece a From Hasaka with Love di Mohammad Farahani, presente in sale e cha ha potuto direttamente ritirare il premio. L’Ennesima Menzione Giovani, assegnata dagli studenti del Progetto Non è l’Ennesima Giornata di Scuola è andata al cortometraggio di animazione Second to None di Vincent Gallagher e in conclusione sono stati premiate le Migliori Recensioni degli studenti partecipanti. Sul palco sono infatti saliti i migliori tre studenti di ogni Comune aderente (Fiorano Modenese, Sassuolo, Maranello e Scandiano) che hanno vinto numerosi premi fra cui buoni spesa Coop, buoni della Libreria Incontri e tantissimi ingressi gratuiti al cinema.

 

Tra i premi assegnati ieri sera sono saliti sul palco anche Natalia Guerrieri e Francesco Barozzi autori della sceneggiatura Salse vincitrice dell’Ennesima Borsa di Studio. Gli autori, grazie al finanziamento offerto da Ceramiche Caesar, avranno un anno di tempo per realizzare un cortometraggio della durata inferiori ai 20 minuti, di cui una scena dovrà essere ambientata in uno dei luoghi di interesse del Comune di Fiorano. Il corto di Barozzi e Guerrieri sarà proiettato in anteprima all’edizione 2019 del Festival e sarà il primo cortometraggio ambientato a Fiorano.

 

*************

 

Ennesimo Film Festival è organizzato da TILT Associazione Giovanile con il contributo di Comune di Fiorano Modenese, Regione Emilia-Romagna, Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, Funder35, Comune di Sassuolo, Comune di Scandiano; con la sponsorizzazione di Inkiostro Bianco, Ceramiche Caesar, Apple Promotions & Gadgets, BPER Banca, CIR Food, Assicoop; con il sostegno di Coop Alleanza 3.0, Fondazione Marco Biagi, TIR Danza, Associazione Artemisia, Circolo Culturale Nuraghe, Video Cellar Archive, Libreria Incontri, Visioni Italiane, Laboratorio Immagine; con il patrocinio di Energie Diffuse, Comune di Maranello, Arci Modena e UCCA.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo