Ennesima rapina a opera di immigrati

Condividi su i tuoi canali:

None
 
“”L’ennesima rapina avvenuta a Modena ad opera di una banda di nordafricani rischia di non fare più notizia. Sabato notte due minorenni sono stati rapinati sotto al cavalcavia della Madonnina da ragazzi a quanto pare appena maggiorenni: tutto questo non può essere la normalità. Rinnoviamo l’appello all’amministrazione comunale affinchè venga rafforzato l’organico di polizia locale destinato al controllo del territorio in particolare nelle ore serali potenziando punti di sorveglianza e videosorveglianza. Accanto alla necessaria repressione e prevenzione dei reati occorre poi che la sinistra che governa il territorio abbia il coraggio di aprire finalmente gli occhi davanti al fallimento delle politiche di integrazione messe in campo in questi anni. L’integrazione delle seconde generazioni di immigrati non è avvenuta e oggi la città si trova a fare i conti con un fenomeno difficilmente gestibile. Occorre una svolta anche da questo punto di vista abbandonando la logica della accoglienza a tutti i costi e offrendo veri percorsi di integrazione, anche culturale, per i giovani e giovanissimi””.
Così in una nota il senatore Lega Stefano Corti e il capogruppo Lega a Modena Alberto Bosi.
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria