Energia. Blocco attività estrattive, Galli (Fi): Giunta interpelli la Corte costituzionale

Condividi su i tuoi canali:

None
 

Il consigliere sollecita l’esecutivo regionale “a sollevare eccezione di 

conflitto di attribuzione: vanno tutelate le 

prerogative legislative regionali”
 

È Andrea Galli di Forza Italia a sollecitare, con una risoluzione, il governo

regionale a chiedere l’intervento della Corte costituzionale. Per il consigliere 

“l’articolo 11 ter del decreto legge 135 del 2018 (Disposizioni urgenti in materia

di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione), denominato ‘no triv’, parrebbe interessare ampi settori di competenza regionale”. Con l’approvazione di questo decreto, rimarca, “che ha avuto come conseguenza il blocco per 18 mesi delle attività estrattive, è evidente l’impatto sull’economia emiliano-romagnola”. Una situazione, rileva il forzista, “che sta generando criticità nel comparto offshore”.

Galli sollecita quindi l’esecutivo regionale “a sollevare eccezione di conflitto di 

attribuzione, in quanto vanno tutelate le prerogative legislative regionali”.

(Cristian Casali)

 

 


 

logoAssemblea.jpg (11 Kb)
 

Download

galli02.jpg (262 Kb)
 

Download

 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Assuefazione, quasi rassegnazione

La rassegnazione non è una virtù. Per lo meno  non lo è certamente dinnanzi  a fenomeni che stanno prendendo sempre più spazio nella nostra società

La Sardegna non crei illusioni

Le elezioni in Sardegna sono state vinte dal centrosinistra o perse dal centrodestra? La domanda ha un senso perché nel primo caso, può significare l’inizio di