Elezioni Amministrative Comunali tra il Secchia e il Panaro

Condividi su i tuoi canali:

Bice conclude la pubblicazione dei comunicati pervenuti in redazione riguardanti le liste che nel modenese si presenteranno al giudizio degli elettori

 

 

Alcuni fatti sui quali invitiamo i cittadini di Serramazzoni

e delle sue frazioni a riflettere prima del voto

 

Credo che sia più importante, nella vita ed in campagna elettorale, essere positivi e dare un messaggio positivo che attaccare gli avversari per le loro vere o presunte malefatte, per i loro errori, per i loro limiti.

Credo che a Serramazzoni ci sia molto da fare. Ho messo a punto un programma ambizioso, ma realizzabile, che è noto, e su quello insisto.

Credo, però, che occorra, soprattutto ed innanzitutto, cambiare metodo rispetto al passato e cambiare rispetto ai modi usati da chi ha gestito il Comune negli ultimi anni. E che vorrebbe continuare a farlo.

Aveva ragione John Kennedy: “Si può ingannare qualcuno tutte le volte, o tutti qualche volta, ma non si può ingannare tutti tutte le volte”. Purtroppo c’è chi tenta lo stesso.

Infatti.

 

La Signora Sabina Fornari vorrebbe proseguire con gli stessi metodi e con le stesse persone pur negando quelli e queste. Infatti, in quanto ai primi:

A) nella sua qualità di assessore all’Urbanistica è oggettivamente coinvolta in alcuni fatti (noti anch’essi) giunti all’attenzione dell’Autorità Giudiziaria e di quella Amministrativa (Casa Fenocchi, Casa Giacomone, inceneritore e lottizzazioni S. Dalmazio).

B) Recentemente, all’ultimo momento  di vita della consiliatura (di solito, alla fine del  mandato, ci si astiene da altro che non sia l’ordinaria amministrazione, ma le buone maniere lasciano a desiderare, purtroppo) ella, in quanto facente parte dell’amministrazione, ha fatto impiantare alcune decine di nuovi pali per l’illuminazione pubblica scollegati dalla rete elettrica, ma anche pericolosi perché sul ciglio  della provinciale e, a quanto consta, senza permessi della Provincia e senza aver letto il codice della strada. O, se letto, non ben compreso. Attendiamo di leggere le deliberazioni di Giunta.

C) E’ stato approvato da poco il bilancio 2011 che riporta debiti – del Comune e della società che gestisce il patrimonio – per oltre 12 milioni di euro e crediti “dormienti”, per circa 3 milioni, sui quali circolano poche informazioni.

D) E’ stata approvata una variante generale al piano regolatore, vecchio di 15 anni, che ha suscitato la reazione della Provincia, che si è espressa con osservazioni piuttosto impegnative, alcune delle quali hanno causato l’inoltro di atti alla Procura della Repubblica per aspetti connessi alle lottizzazioni-costruzioni a S. Dalmazio. Due aspetti, su tutti, tanto per esemplificare: il tecnico comunale che ha firmato i progetti, a parere della Provincia, non era abilitato e la zona dove sorgono il centro servizi e alcune decine di nuove costruzioni residenziali e l’area dell’inceneritore a S. Dalmazio risultano ancora essere terreni agricoli…. Si vedrà…

 

 

E) E potrei continuare. Ma non intendo infierire.

 

Per quanto riguarda le persone.

La Signora Fornari ha tentato di sostenere di rappresentare la “novità”, di provenire da un pianeta extra solare nel quale non esistono i partiti politici e di non essere legata al Sindaco uscente ed al suo entourage. Ha cercato, cioè, di sganciarsi dalla sua storia personale e dal legame fisiologico con il Sindaco Ralenti, che è stato il suo mentore.

Non è vero.

Prima di tutto i complimenti: il 23 febbraio 2008 ha partecipato ad un convegno (che forse non tutti ricordano) dell’AEREC: nientemeno che l’Accademia Europea per le Relazioni Economiche e Culturali. Ed ha fatto conoscere agli illustri Accademici le risorse turistiche della zona. Quel convegno era organizzato dagli Accademici Signori Michele e Antonio Baglio (la cronaca dei fatti è reperibile su internet).

Complimenti anche a loro.

Par di ricordare che l’esimia Candidata avesse dichiarato una certa estraneità  ai rapporti del Sindaco con i Signori Baglio. O abbiamo capito male (ma così è stato per tanti) o la Signora Fornari si è sbagliata. Non pensiamo che abbia mentito.

Un mese dopo quel convegno, il Sindaco Ralenti è diventato anch’egli Accademico AEREC. Complimenti anche a lui. Queste notizie sono pubblicate sul giornale dell’Accademia stessa.

 

Qualche anno più tardi, eravamo nel 2011, se ben ricordiamo, il Sindaco ed altri hanno ricevuto informazioni di garanzia in relazione ad appalti di lavori pubblici.

 

E poi si può notare come intenda il cambiamento, la nostra Avversaria: la sua lista contiene, su dieci componenti, cinque consiglieri uscenti, compresa Lei (manca l’Accademico Ralenti). Chissà  quanti sarebbero stati, senza la Sua voglia di cambiamento….

Quindi, se i cittadini vogliono continuare ad essere amministrati da questi Signori – e Signore – anche se Accademici, sappiamo che è probabile che leggano di Serra sul giornale. Ma nella pagina della cronaca giudiziaria.

 

Se, invece, vogliono davvero cambiare e vogliono che chi li amministra lavori sulla base di due fondamenta, l’interesse di tutti ed il rispetto della legge e delle regole, leggeranno – e vedranno – tutte le cose belle e giuste che faremo (inclusa, ad esempio, la realizzazione di una struttura per assistere persone non autosufficienti, che manca a Serramazzoni, obbligando le famiglie a rivolgersi alle strutture di altri Comuni. Prevista nel 2007, non realizzata e non ripresa nel programma 2012 della Fornari).    

Nel primo caso, mi e ci inchineremo alla volontà popolare; nel secondo mi e ci faremo carico della responsabilità, dell’onere e degli  onori che comporterà la vittoria.

 

Rimarchiamo, infine, il rincrescimento per non avere ottenuto dalla Candidata Fornari la disponibilità – offerta, da quanto ci risulta, anche da un quotidiano e da un’emittente televisiva della nostra provincia – ad un confronto diretto tra i candidati di tutte le liste sulle tematiche che interessano concretamente la nostra comunità. Un’occasione perduta di cui Fornari è responsabile.

 

                         
                                             
                  Il Candidato  Sindaco della Lista Civica   Roberto Rubbiani

                                   

^^^^^^^^^ 

3 maggio

 

Elezioni, Baruffi “Al voto per la comunità e contro l’antipolitica”

“Non siamo tutti uguali: il paese ce la può fare se dalle urne arriva uno scatto d’orgoglio”

 

 

Tre i Comuni, nel modenese, che domenica e lunedì andranno alle urne. Il Pd ha fatto scelte diverse a seconda delle situazioni locali: a Novi sostiene il sindaco uscente Luisa Turci, a Castelnuovo l’attuale assessore all’urbanistica Carlo Bruzzi, mentre a Serramazzoni appoggia la lista civica che candida a primo cittadino il manager della sanità Roberto Rubbiani. Una campagna elettorale difficile in un momento complicato per la vita del paese.

 

 

Tra i tanti Comuni chiamati al voto il 6 e 7 maggio prossimi per il rinnovo delle amministrazioni locali, tre sono modenesi: Castelnuovo Rangone, Novi di Modena e Serramazzoni. Una lunga campagna elettorale quella che si chiude venerdì sera, certamente tra le più impegnative per chi si è speso nel territorio misurandosi da un lato con la crisi economica, dall’altro con la crescente sfiducia verso la politica. E il primo appello che il segretario provinciale del Pd rivolge a tutti i cittadini parte proprio da qui, dalla necessità che tutti vadano a votare. “Il rinnovo di una amministrazione comunale – dichiara Davide Baruffi – è un momento importantissimo per la vita civile e democratica di una comunità: l’aspetto principale è che tutti partecipino per fare la propria scelta, a prescindere dal proprio orientamento politico e dalle proprie preferenze. E’ fondamentale che la crisi non si trasformi in sfiducia e impotenza collettiva, perché soprattutto nel territorio, nel proprio Comune, si costruiscono le condizioni essenziali per la solidarietà e la coesione sociale”. Il Pd ha compiuto scelte diverse rispetto alle coalizioni e alle candidature nei tre Comuni, partendo dai programmi e dalle persone ritenute le più capaci per realizzarli. A Novi si ricandida Luisa Turci, sindaco uscente a capo di una lista di centrosinistra “Con Novi”, che raccoglie soprattutto giovani provenienti dal Pd, da Sel e dall’impegno civico. Le iniziative di chiusura della campagna elettorale si sono svolte a Novi centro col presidente della Regione Vasco Errani nella serata di ieri, mercoledì, e questa sera a Rovereto, col segretario regionale del Pd Stefano Bonaccini. A Castelnuovo è candidato della lista “Centrosinistra per Castelnuovo e Montale” Carlo Bruzzi, già assessore all’urbanistica nell’ultimo anno: la sua campagna elettorale si chiuderà venerdì sera, alle 21, presso la Sala delle mura, insieme a tutti i candidati della lista.

Diversa, infine, la scelta compiuta a Serramazzoni: dopo un lungo ciclo che si chiude con l’amministrazione Ralenti il Pd ha scelto di non presentare una propria lista e sostenere invece quella civica che candida a sindaco Roberto Rubbiani, stimato manager pubblico della sanità modenese e regionale. Una scelta sofferta, quella di non appoggiare la candidata di continuità Sabina Fornari, ma che è stata assunta proprio per lanciare un segnale di innovazione tanto urgente quanto necessario per la comunità di Serramazzoni.

“Il mio ringraziamento – continua Baruffi – va a tutti i candidati alla carica di sindaco e di consigliere, che in queste settimane soprattutto si sono spesi per mettere al centro un progetto di futuro per il proprio Comune, facendo un passo avanti in termini di impegno personale e di responsabilità. Non era scontato in questo momento, in cui la politica non gode di buona salute e dopo gli anni del berlusconismo che hanno spinto tutti a ritirarsi nel proprio privato, al disimpegno civico, all’egoismo sociale. Per questo un ringraziamento particolare lo voglio fare ai candidati più giovani e a quelli che, per la prima volta in vita loro, hanno scelto di spendersi per il bene della propria comunità. La dignità e l’utilità della politica, ma soprattutto una nuova primavera per l’Italia, deve ripartire da qui: da questo spirito di servizio e da questa voglia di costruire il futuro che senz’altro precede ogni legittima appartenenza di parte. E’ l’impegno, la qualità, la competenza dei nostri candidati a poter dimostrare meglio di qualsiasi altra cosa che non siamo tutti uguali e che il Paese ce la può fare, se dalle urne del 6 e 7 maggio arriverà un segnale di vitalità, uno scatto d’orgoglio collettivo”.

^^^^^^^^^ 

Mercoledì 2 maggio, Vasco Errani a Castelnuovo e a Novi

 

Il presidente della Regione Vasco Errani a sostegno dei candidati a sindaco del centro-sinistra di Castelnuovo e Novi. Errani sarà, infatti, nel modenese, mercoledì 2 maggio: alle 18.30 incontrerà i cittadini di Castelnuovo al fianco del candidato a sindaco Carlo Bruzzi, mentre alle 21.00 sarà a Novi per la manifestazione conclusiva della campagna elettorale del candidato sindaco Luisa Turci.

 

Sarà il presidente della Regione Emilia-Romagna Vasco Errani a chiudere ufficialmente, a Novi, la campagna elettorale del candidato a sindaco del centro-sinistra Luisa Turci e della lista “Con Novi”. La manifestazione è organizzata per la sera di mercoledì 2 maggio: a partire dalle ore 21.00, nella sala civica Ferraresi, di piazza 1° Maggio, a Novi, interverranno, infatti, lo stesso presidente Errani e la candidata sindaco Luisa Turci.

Errani, nel tardo pomeriggio, farà anche tappa a Castelnuovo Rangone. Dalle 18.30, infatti, incontrerà i cittadini, i commercianti e i tanti che lavorano in centro storico, al fianco del candidato a sindaco Carlo Bruzzi che guida la lista “Centrosinistra per Castelnuovo e Montale”. La manifestazione ufficiale di chiusura della campagna elettorale a Castelnuovo è stata, invece, fissata per la sera di venerdì 4 maggio.

 

Cs

Pd  Modena

 

 ^^^

venerdì 4 maggio chiusura della campagna a Serramazzoni

Bilancio degli incontri nelle frazioni

e ultimi appuntamenti

 

E’ stato quasi completato il ciclo degli incontri della “lista civica Rubbiani sindaco” con i cittadini delle frazioni di Serramazzoni chiamati al voto il 6 e 7 maggio; l’ultimo, dedicato alla presentazione del programma della frazione di Monfestino, è in programma giovedì 3 maggio presso il Colombaccio.

 

Gli incontri hanno evidenziato senza alcun dubbio un interesse molto forte della maggior parte dei presenti a partecipare alla gestione della comunità ed un’esplicita “voglia di cambiamento”. In tutti questi appuntamenti sono stati presentati gli impegni assunti per ogni frazione nel programma dalla “lista civica Rubbiani sindaco” e sono state confrontate le promesse fatte dalla giunta attualmente in carica con quanto effettivamente realizzato, riscontrando una bassa percentuale di completamento degli impegni (mediamente inferiore al 30%).

 

Tra gli aspetti negativi segnalati sono emerse, in particolare, le critiche alle decisioni urbanistico-edilizie adottate, non compatibili con le indicazioni del programma urbanistico 2007, pressoché completamente disatteso e sostanzialmente rimosso dal programma 2012 della lista Fornari. Vivaci critiche  sono emerse anche per le carenze strutturali del sistema fognario comunale, per il mancato completamento di lavori iniziati e poi abbandonati e per l’assenza di un quadro direttore dei progetti-lavori-attività. 

 

Gli incontri si sono rivelati un banco di prova positivo per testare il meccanismo delle consulte frazionali, consentendo un confronto con la cittadinanza e piccoli affinamenti al programma specifico della frazione. Sono state occasioni importanti anche per raccogliere la denuncia di una forte mancanza di trasparenza da parte della giunta in carica nei confronti dei cittadini ed una totale assenza di confronto sulle problematiche aperte nel corso di questi anni.

 

In questi giorni si registra una penosa rincorsa propagandistica alla ricerca di consenso con modalità sconcertanti: rappezzamenti di piccoli tratti stradali, installazione di lampioni dell’illuminazione pubblica tuttavia scollegati dalla rete elettrica, ripresa di attività e lavori fermi da anni; viene da pensare che, probabilmente, un perdurante periodo pre-elettorale avrebbe giovato alla dinamicità e alla voglia di fare dei nostri attuali amministratori.
Tra le frenetiche iniziative di fine mandato ci ha particolarmente colpiti la lettera del Sindaco ai cittadini di Pazzano, affissa “clandestinamente” in un luogo inqualificabile alla fine di marzo, sulle modalità di fornitura del gas per uso domestico; una decisione sicuramente identificabile come propagandistica, eticamente discutibile, passata quasi inosservata e, comunque, in ritardo di 10 anni.  

 

 

 

 

Il programma per ogni frazione della “lista civica Rubbiani sindaco” è online sul sito www.rubbianisindaco.it, cliccando sulla cartina si può leggere in sintesi quello che è stato illustrato in occasione dei singoli eventi. Attraverso il sito internet è possibile sin da ora inviare osservazioni e richieste di delucidazioni su quanto descritto nel programma amministrativo generale e sulle parti specifiche per le frazioni.

 

La chiusura della campagna elettorale è in programma venerdì 4 maggio presso il “Ristorante-Pizzeria Da Nuccio” di Serramazzoni (Via Giardini, 204).

^^^^^

Venerdì 27 aprile dalle 21 al pub Almarosa

 

Una serata con i giovani e per i giovani per divertirsi e scambiarsi idee

sul futuro di Serramazzoni e delle sue frazioni

Una serata con i giovani e per i giovani venerdì 27 aprile (a partire dalle 21) al pub Almarosa di Serramazzoni. E’ l’appuntamento proposto dai candidati della lista civica “Rubbiani sindaco” – molti di loro giovani anch’essi, uno ha 19 anni – per incontrare ragazze e ragazzi che, in alcuni casi, si recheranno per la prima volta al voto. Una serata informale con musica e qualche cosa da mangiare e da bere che, dopo un breve presentazione, lascerà spazio a scambi di idee, proposte e divertimento. I candidati si tratterranno fino a tarda ora per parlare a tu per tu – con chi lo vorrà – delle loro esperienze di vita e dei progetti per un futuro di rilancio, e per ascoltare idee e suggerimenti.

 

Per lanciare la serata la lista ha scelto un’immagine autoironica: un ritratto del candidato sindaco, in versione Poster-Art, che parla della volontà di mettersi in gioco e di comunicare in modo diretto a quella parte di giovani elettori che si sentono delusi da un dibattito politico intriso di qualunquismo e lontano dal valore della trasparenza. La comunicazione dell’evento strizza l’occhio all’impiego dell’arte nella campagna di Obama e rappresenta un piccolo assaggio della creatività che sarà alla base delle politiche giovanili, turistiche e di promozione della lista “Rubbiani sindaco” per il futuro del paese.

 

 

 

 

^^^^^

CASTELNUOVO R. – IDV: MURA IN CITTA’ PER UNA POLITICA ONESTA E PULITA AL SERVIZIO DEI CITTADINI

 

 

 

“Silvana Mura, Segretario regionale IdV Emilia Romagna, sarà a Castelnuovo Rangone, sabto 28 aprile alle 11.00, presso il mercato in piazza Brodolini per incontrare i cittadini e i media locali in occasione delle elezioni e della raccolta firme contro i rimborsi elettorali ai partiti”.  Lo comunica una nota dell’IdV regionale.

 

“L’Italia dei Valori – afferma Mura nella nota – ha lanciato la campagna ‘Giù le mani dal sacco!’ per dire basta a questo finanziamento pubblico camuffato che toglie i denari pubblici ai cittadini per darli ai partiti.

 

Un impegno concreto – prosegue il Segretario Regionale IdV – che ci ha visto rinunciare alla prossima tranche di rimborsi prevista per luglio e depositare in Cassazione il quesito referendario per l’abolizione dei rimborsi elettorali.

 

A questo punto, chiediamo ai cittadini italiani di aiutarci a presentare una proposta di legge di iniziativa popolare per impegnare il Parlamento ad occuparsene davvero e cambiare finalmente rotta.””

 

Conclude la nota: “”Con la stessa coerenza e intransigenza anche qui a Castelnuovo Rangone l’IdV, grazie all’attività di persone come Valler Govoni candidato per il centrosinistra, si impegnerà per rendere ancora più trasparente l’amministrazione comunale e aprirla ai cittadini perché si torni ad una politica condivisa e fatta dal basso. Un politica pulita ed onesta al servizio delle persone e non viceversa””.

 

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa Idv Emilia Romagna

320 0633415

^^^^

20 aprile

 

 

Novi, on line la video-dichiarazione della Francescato per la Turci

Grazia Francescato (Sel):  “Per un futuro migliore, coniugare economia ed ecologia”

 

 

 

E’ on line la video-dichiarazione di Grazia Francescato, del coordinamento nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà, a sostegno del candidato sindaco del centro-sinistra per Novi Luisa Turci.

 

 

 

“Io sostengo Luisa Turci sia come donna e che come ambientalista – ha spiegato Grazia Francescato del coordinamento nazionale di Sinistra Ecologia e libertà nel suo recente passaggio a Novi- Il livello di civiltà di una società è dato dalla partecipazione delle donne e Luisa Turci e la sua lista puntano molto sulla partecipazione femminile e sui giovani. Come ambientalista penso che la grande sfida che ci troviamo davanti sia quella di coniugare economia ed ecologia. Sul territorio si può mettere insieme la dimensione economica, sociale ed ambientale. Dovremo gestire con intelligenza e cura il nostro territorio – conclude Francescato – e da questo punto di vista, proprio qui, dove c’è la questione della Cispadana, ci misureremo con questa sfida che abbina economia ed ecologia”.

L’intera video-dichiarazione dell’ex Presidente nazionale dei Verdi, ora desponente di Sinistra Ecologia e Libertà sulle elezioni amministrative a Novi è visibile sul sito http://luisaturci.it e su http://pdnovi.it .

 

 

 

 

 

______________________________________________________________

 

ufficiostampa@pdmodena.it  Tel+39 059/582882; fax + 39 059/582921 www.pdmodena.it

 

 ^^^^^^^

– Comunicato Stampa –

Serramazzoni, 20 aprile 2012

 

Alcune precisazioni della lista Rubbiani Sindaco

 

Alcuni candidati di altre liste, nel corso di incontri e di altri eventi nelle frazioni, hanno diffuso diverse inesattezze con l’evidente obiettivo di spostare l’attenzione dalla pochezza dei contenuti dei programmi da loro proposti in questa campagna elettorale.

A questo proposito intendiamo precisare quanto segue. Auspicando la vittoria alle elezioni comunali, non esiste in nessun caso la volontà da parte della lista civica Rubbiani di modificare o allargare i confini del parco.

Gli incarichi amministrativi di assessorati saranno definiti all’interno della compagine dei candidati e sono, quindi, prive di ogni fondamento le indiscrezioni su personaggi locali che avrebbero già ricevuto promesse di  incarichi in ambito urbanistico; tutto questo è stato già ribadito  anche in occasione dell’incontro molto positivo con la cittadinanza di Varana.

In riferimento alla costante campagna di disinformazione, siamo a ribadire che non esistono procedimenti di alcun tipo a carico del candidato sindaco Roberto Rubbiani collegabili alla sua  carriera professionale; lo stesso candidato ha ripetutamente e pubblicamente dichiarato, anche nel corso degli eventi nelle frazioni sinora effettuati, che sono invece ancora attive tre pendenze relative a cause attivate da Roberto Rubbiani.

 

Riteniamo veramente deludente che, per la mancanza di contenuti del proprio programma, i componenti della lista civica capitanata dall’assessore della giunta in carica Fornari siano costretti a ricorrere a questi espedienti per cercare consenso o cercare di ridurre quello degli avversari. Come già espresso più volte, questo gioco non ci appartiene, pur avendo a disposizione tutti gli elementi documentali per potervi partecipare con prospettiva di ottenere ottimi risultati.

Proseguiremo nei prossimi giorni con gli incontri nelle frazioni (lunedì 23 saremo a Selva presso l’agriturismo Casella) che stanno facendo emergere un chiaro segnale di esigenza di rinnovamento da parte dei cittadini e grande partecipazione.

Il riscontro sulle frazioni ha messo in evidenza che in questi anni ben poco di quanto promesso è stato realizzato e che il lavoro di chi prenderà le redini dell’amministrazione dovrebbe essere finalizzato al risanamento ed al rilancio del paese. Ci preme evidenziare la totale inadeguatezza delle scelte urbanistiche fatte in questi anni dall’assessore Fornari. Scelte che hanno danneggiato il tessuto economico e sociale del paese di Serramazzoni mettendone in cattiva luce il nome stesso. Come può pretendere di essere considerata credibile come candidato sindaco dopo avere svolto così male il compito di assessore all’urbanistica? Crediamo che la risposta arriverà dai cittadini, stanchi delle fandonie che sentono quotidianamente e alla ricerca di vera trasparenza e competenza.

Un’ultima annotazione: perché l’assessore Fornari si sottrae sistematicamente ad ogni tipo di confronto con i candidati sindaco delle altre liste? Di che cosa ha paura?

 

                                                           Il Comitato promotore della lista civica Rubbiani Sindaco

 

 

30 marzo

 

Serra, Zoboli “Il Pd di Serra e il Pd provinciale sulla stessa linea”

Il Pd di Serra ha votato a maggioranza una scelta di discontinuità con la gestione uscente

 Ecco la dichiarazione del segretario del circolo Pd di Serramazzoni Piero Zoboli circa le polemiche innescatesi in questi ultimi giorni attorno alla decisione di sostenere la lista guidata da Roberto Rubbiani:

 «Mi ero ripromesso di non raccogliere polemiche in questa campagna elettorale, essendo già troppi gli elementi di confusione che rischiano di allontanare i cittadini da un momento importante di partecipazione democratica. La politica a Serramazzoni non sta dando uno spettacolo edificante e occorre che al centro della discussione tornino i progetti e le proposte per il futuro della nostra comunità. Le dichiarazioni del sindaco Ralenti mi obbligano invece a fare alcune precisazioni.

Vorrei anzitutto ricordare a Ralenti che non può mescolare le sue legittime opinioni personali con quelle del circolo del Pd di Serramazzoni, per il quale non ha titolo a parlare. Quando dice che noi non condivideremmo la posizione espressa dal Pd provinciale afferma infatti una cosa non vera: nell’ultima riunione del direttivo del Pd di Serramazzoni, a maggioranza, abbiamo scelto di operare una forte discontinuità rispetto alla gestione uscente.

La scelta era d’altro canto già ampiamente emersa nelle riunioni precedenti, in cui i più avevano manifestato disagio e preoccupazione per i problemi che si sono andati accumulando nella gestione comunale.

A nostro avviso le vicende dell’ultimo anno non rendono quindi praticabile la candidatura a sindaco dell’assessore Fornari.

ll sindaco Ralenti sceglie invece di scendere in campo al fianco della Fornari? Cosa perfettamente legittima e rispettabile. Per molti aspetti anche comprensibile. Così come rispettiamo e rispetteremo altri che eventualmente facciano scelte analoghe. Quello che però è scorretto e’ contrabbandandare questa decisione e questo orientamento come quelli assunti dal Pd di Serramazzoni.

Sul come la pensano e di come voteranno invece iscritti ed elettori del Pd, val la pena attendere. Decideranno senz’altro loro, con la loro testa. Vale la pena attendere, se non altro per rispetto».

 

ufficiostampa@pdmodena.it  Tel+39 059/582882; fax + 39 059/582921 www.pdmodena.it

 ****

Serramazzoni, 29 marzo 2012

 

COMUNICATO STAMPA

Voltare definitivamente pagina a Serramazzoni

 

La lista civica Rubbiani Sindaco prende atto del comunicato emanato dalla Direzione Provinciale del PD e della convergenza delle analisi sulle criticità e sulle prospettive del “caso Serramazzoni”.

Abbiamo già segnalato e volentieri ribadiamo che le valutazioni ed il dichiarato sostegno alla lista sono elementi di novità che non hanno implicato e non implicano accordi o intese, né, tanto meno, condizioni, impegni, vincoli. Semplicemente si tratta di attestazioni di fiducia. Le ragioni, i valori e gli obiettivi della lista civica non si spostano. Restano fermi e non muteranno. Confermiamo l’intenzione di operare esclusivamente per l’attuazione del nostro programma che contiene degli obiettivi pensati nell’interesse esclusivo della comunità, senza distinzioni, con l’intenzione di operare con trasparenza per meglio comprendere le cause ed applicare i rimedi ai tanti problemi purtroppo aperti. Risanare e rilanciare, sviluppando un nuovo modello socio-economico; coinvolgere di più i cittadini, singoli e associati; voltare pagina definitivamente: a questo ci siamo impegnati da subito e continueremo a farlo da qualsiasi posizione.

Chi cerca confronto sulle cose da fare ed offre sostegno alle azioni necessarie è benvenuto: anche da formazioni politiche che non abbiano presentato una lista propria. Il consenso deve servire per il cambiamento e non per altri scopi.

 

Ci è, quindi, chiaro cosa vogliamo fare e in che modo per voltare definitivamente pagina a Serramazzoni. Non ci è invece per niente chiaro il motivo per il quale il capogruppo dell’opposizione in consiglio comunale Tommaso Tagliani (PDL) corra freneticamente in soccorso dell’Assessore all’Urbanistica Sabina Fornari,
offrendo anche delle sponde strumentali inquietanti. La stessa è componente di una giunta scaricata dal Partito di riferimento (PD) per delle ragioni che ci sembrano serie.

 

Caro Tagliani, nell’ultimo consiglio comunale perché i componenti della minoranza non sono usciti, facendo così mancare il numero legale ed impedendo all’Assessore Fornari di deliberare ulteriori decisioni urbanistiche sulle cui caratteristiche si sono espressi anche gli organi preposti con censure e numerose pagine di osservazioni? L’opportunismo potrebbe consigliarci di “sorvolare furbescamente” su questo avvenimento, per non deludere coloro che hanno tratto vantaggio dalla variante urbanistica, ma mancheremmo di onestà nei confronti dell’opinione pubblica e, considerato  che le scelte sono ormai compiute, non ci resta che segnalare le anomalie di questi comportamenti e la persistente attitudine del capogruppo PDL e dell’Assessore all’Urbanistica a creare delle cortine fumogene intorno al loro operato.

 

Caro Assessore Fornari, è troppo comodo presentarsi ora come lista civica, dopo essere stata scaricata dal Partito nella cui lista Lei si è candidata nelle ultime elezioni provinciali, nonostante l’intensa ricerca di supporto presso le Segreterie.

 

 

La dichiarazione di credibilità del PD verso il candidato Sindaco della nostra Lista non ha comportato alcun vincolo né alcuna condizione; immaginiamo che anche le dichiarazioni del Partito socialista (SDI) a sostegno della lista dell’assessore Fornari siano dello stesso tenore. Dalle parole dell’Assessore Fornari dovremmo quindi desumere che lei è il candidato del Partito Socialista.

 

Concludendo: l’anomala collaborazione in atto tra l’Assessore Fornari e il capo dell’opposizione in Consiglio Tagliani fa comprendere ai cittadini dove sia il vecchio e dove sia il futuro per il paese. La vera lista civica è nata perché alcuni cittadini, interpretando un malumore diffuso tra la gente, hanno chiesto a Roberto Rubbiani di “entrare in corsa” per risolvere i problemi, non per occuparsi di politica spicciola. Dovrebbe ben saperlo Tagliani, che aveva chiesto allo stesso Rubbiani di candidarsi con il simbolo del PDL (dimenticando in quel momento le perplessità che ora richiama, invece, frequentemente sul ruolo della di lui moglie) ricevendo una risposta negativa motivata dal non interesse per una candidatura di partito. Solo in seguito, dopo affannose e laceranti ricerche, il PDL ha candidato Giorgio Zanoli.

 

Avevamo preso seriamente in considerazione l’idea di una campagna elettorale al di sopra delle polemiche, basata quindi sui contenuti da attuare nell’interesse comune e che guardasse al futuro e ai programmi, evitando scontri inutili; così faremo d’ora in poi, nella consapevolezza che i nostri concittadini sapranno discernere tra chi vuole uscire dalle sabbie mobili e gli altri. La nostra gente saprà affidare il proprio consenso alle cose da fare ed alle persone ritenute affidabili, per risanare e rilanciare un sistema bloccato.

Questo e altro diremo lunedì 2 aprile alle ore 21.00, c/o la Sala Polivalente di Serramazzoni, in via Roma, in occasione della presentazione della nostra lista.

 

 

 

                                                                                         Stefano Sernesi

                                                               Coordinatore della lista civica “Rubbiani Sindaco”

                                                                                             

 

***

Elezioni Serramazzoni – Lista Civica


“Riteniamo che sia importante, come da tradizione di Serra Viva, informare i cittadini sulla nostra attività in questo periodo preelettorale. Abbiamo constatato, nel corso di un incontro avvenuto venerdì scorso 9 marzo a Serramazzoni, numerose convergenze con SEL e col Comitato di cittadini di Alberto Miselli sulle azioni da mettere in atto per riportare il nostro paese ad una situazione di normalità e di rilancio dopo i guasti provocati dall’amministrazione uscente. Le linee guida si sintetizzano in poche parole, ma molto impegnative: sviluppo del paese nel rispetto della legalità, dell’ambiente e dei beni comuni e liste caratterizzate da candidati che non siano in alcun modo implicati con l’amministrazione attuale e fortemente motivati a risollevare le sorti di Serramazzoni. Riteniamo la scelta dei candidati almeno importante quanto l’adesione al programma. Vittorio Molinari, responsabile provinciale di SEL, ha espresso ancora una volta un sincero riconoscimento per il lavoro svolto da Serra Viva, di fatto ci fa piacere anche perchè fa giustizia di anni di emarginazione perpetrata nei nostri confronti dai partiti nazionali. Inoltre, non essendo la nostra lista legata a nessun partito, rileviamo con un certo stupore il totale disinteresse manifestato nei nostri confronti da parte del centro-destra. Se i presupposti sono quelli manifestati in questi primi approcci, riteniamo si possa pensare di proseguire in un percorso con SEL e Comitato cittadini ad esso collegato, per verificare se è possibile costruire una lista con le caratteristiche dette. Il confronto è aperto a tutte quelle organizzazioni, associazioni, partiti e cittadini che condividono con noi l’esigenza di fare piazza pulita, nessuno escluso. Questo vale anche per il PD di cui non comprendiamo l’atteggiamento finora manifestato e dal quale invece ci aspettavamo una netta discontinuità da questa amministrazione che ha portato ai livelli minimi l’immagine di Serramazzoni oltre a tutto il resto che ben conosciamo. Uno scatto di orgoglio di questo partito e dei suoi militanti sarebbe auspicabile”.

(Fausto Leonelli, Serra Viva – Serramazzoni)

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli

Il nostro territorio, la vostra scoperta! Viva Natale, tra sogni, botteghe e castelli Giovedì 8 DicembreCastelvetro di Modena Con il Mercatino Natalizio dell’enogastronomia e dell’artigianato si apre la

DA DOMANI SASSUOLO ACCENDE IL NATALE

Come da tradizione domani, 8 Dicembre Festa dell’Immacolata Concezione, a Sassuolo inizia ufficialmente il periodo di avvicinamento al Natale con l’accensione delle luminarie in tutto

“Misteri e Magie in galleria”

Domenica 11 dicembre ultimo appuntamento con la rassegna di animazioni per bambini Nuova tappa della rassegna dedicata ai bambini che si svolge al Castello di