Elezione segretario Lega nord Sassuolo

Condividi su i tuoi canali:

None

E’ con grande orgoglio e forte senso di responsabilità che ho presentato la mia candidatura alla Segreteria comunale della Lega Nord. Sono chiaramente soddisfatto della mia elezione e ritengo che finalmente sia giunto il momento di mettersi a lavorare concretamente nell’interesse della Città e dei Sassolesi.

Purtroppo è da diverso tempo che la Sezione locale del movimento al quale appartengo vige in un clima di improduttività e difficoltà, si sono verificati eventi a dir poco assurdi che hanno fortemente imbarazzato la Lega e chi vi opera all’interno. La sopportazione che ci siamo imposti per poter provare a risolvere la situazione dall’interno era ormai giunta a livelli insostenibili ed il risultato di queste elezioni ne è la prova, dimostrando la volontà di tagliare nettamente col passato.

Al centro del mio programma elettorale vi è proprio la costruzione di un Sezione da zero, visto che fino ad ora ci siamo trovati in una realtà che poco aveva a che vedere con un gruppo di lavoro politico.

Ne approfitto per far presente che d’ora in poi la Lega cambierà rotta e quell’immagine di un movimento scoordinato ed incoerente che ha dominato la stampa in questi ultimi mesi non esiste più.

Per concludere vorrei ringraziare tutti colore che hanno creduto e credono ancora nel nostro impegno, anche in considerazione di quanto, purtroppo, sta avvenendo a livello nazionale, ed in primis chi ha dato il suo contributo attivo alle iniziative della Lega Nord.

 

Segretario e Capogruppo consiliare Lega Nord – Sassuolo

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati