El Cid Campeador e Massimo Guerrini

Condividi su i tuoi canali:

Per i nostri lettori, specialmente per quelli che ci leggono da lunga data, una certa sorpresa sta suscitando la notizia che si legge in queste ore sul social network Facebook ove si segnala che da Massimo Guerrini è stata offerta amicizia a Bice che poi da quest’ultima è stata accolta. A questo proposito pubblichiamo un commento specifico di A.Z.

Da appassionata cinefila, ho sempre pensato che gli anni d’oro del Cinema siano terminati con l’anno  1959… pieno di tali e tanti capolavori da essere memorabile…[1] Ma concedo che ci sia anche qualche eccezione, J ovviamente,  ad esempio il film che racconta, anche se con qualche licenza, le vicende di Rodrigo Díaz Vivar detto El Cid Campeador. Questo film, forse non eccelso, ma molto  godibile se rapportato alla attuale produzione, l’ho visto in uno dei suoi rari passaggi televisivi. In una scena, memorabile, a tre quarti di film,  Charlton Heston, che interpreta El Cid, porge la mano a quello che è stato fino ad allora un acerrimo nemico, persino rivale in amore, il conte García Ordóñez, impersonato dal nostro grande Raf Vallone, dicendogli:- Non si respinge un valoroso-[2] accettandolo come alleato.

Al di là della interpretazione filmica della vicenda storica, è meritevole, a mio avviso, la sceneggiatura, davvero molto curata, ricca di dialoghi intensi, di frasi profonde che contengono, come quella riportata, grandi verità.

L’amicizia offerta sul social network Facebook, da parte di Massimo Guerrini, a Bice, e da Bice accolta,  mi ha fatto  pensare a quella frase, anche se forse sarebbe stato più facile pensare a Timeo Danaos et dona ferentis[3].

Bice- El Cid  ha detto la stessa cosa a Guerrini-Ordóñez.

Non si respingono, a causa di antiche ruggini, o simpatie affievolite, o malintesi mai superati, lettori e commentatori validi,si deve sempre dare una possibilità, c’è sempre un’altra possibilità nella nostra vita, nelle piccole e grandi cose che la compongono. Se c’è qualcuno che in qualche modo ha patito per le offese gratuite, le irrisioni, e quant’altro, non ne parlerà. Queste cose appartengono al privato delle persone, sono i lividi dell’anima; per quanto indelebili essi sono piccolezze rispetto a ciò che importa davvero, all’interesse superiore.

In questo caso, invece della Spagna di  Fernando I di Castiglia, c’è la Modena non del sindaco Giorgio Pighi, ma di tutti i cittadini, come di tutti i cittadini  sono i paesi che compongono la vasta e ricca provincia, e in generale di ogni persona ovunque si trovi,  che su Bice trovano spazio per far sentire la loro voce per i temi  che riguardano il territorio, l’economia, la sicurezza, la salute, il lavoro e tutto ciò che riguarda la vita sociale, in ogni suo aspetto.

Ogni voce che presenti e amplifichi giustamente ciò che sta a cuore ai cittadini  merita di essere ascoltata.

Se, leggendo gli articoli di Bice, anche una sola persona si ferma a riflettere, a fare una ricerca, a documentarsi e a pensare…credo che lo scopo sia stato raggiunto.

Non un piccolo risultato.

L’ho sempre pensato, continuo a crederlo.


[1] I primi che mi vengono alla mente, fra  quelli che amo di più,

Un dollaro d’onore,  di Howard Hawks con Dean Martin, John Wayne

Ben-Hur , di William Wyler , con Charlton Hesto, Stephen Boyd ,  Hugh Griffith

Il prezzo del successo , di  Joseph Anthony, con Dean Martin, Anthony Franciosa

Intrigo internazionale , di  Alfred Hitchcock , con Cary Grant

Il generale Della Rovere  di Roberto Rossellini con Vittorio De Sica

L’ultima spiaggia , di  Stanley Kramer, con Gregory Peck, Ava Gardner

A qualcuno piace caldo, di Billy Wilder, con Marilyn Monroe, Tony Curtis e Jack Lemmon.

Scandalo al sole, di  Delmer Daves, con  Arthur Kennedy, Dorothy McGuire ….e molti altri, davvero eccezionali, anche quelli poco conosciuti, come Il prezzo del successo, che, almeno per quanto ricordo, ha avuto un solo passaggio televisivo, una vergogna, per un film amaro e bellissimo, disperatamente attuale…Comunque tutti, anche se per motivazioni differenti meriterebbero di essere visti, anche quelli un po’ datati. Ci sono cose, per fortuna, che non cambiano.

[2] Vado a memoria,purtroppo  ho visto il film una sola volta, moltissimi anni fa. Per chi  desiderasse conoscere la programmazione futura  del film in oggetto, selezionando questo link:
http://www.mymovies.it/dizionario/regmyshopcsstv.asp?email=&idfilm=28572&formato=TV&persone=&tv=on&chi=El+Cid
e semplicemente inserendo il proprio indirizzo e-mail, è possibile conoscere con qualche giorno di anticipo la data del prossimo passaggio televisivo del film El Cid.
Questo naturalmente vale per qualunque altro film uscito in Italia.
E’ un servizio offerto da  http://www.mymovies.it/ , sito che segnalo con particolare piacere, ricchissimo e molto ben strutturato, sia per i vecchi film, sia per l’attualità e i film ancora in lavorazione.

 [3]La frase Timeo Danaos et dona ferentis (e non come comunemente ed erroneamente tramandato ferentES, in quanto l’autore volle usare una forma arcaica) si trova nell’Eneide (Libro II, 49) di Publio Virgilio Marone. Sono le parole pronunciate da Laocoonte ai Troiani per convincerli a non fare entrare il famoso cavallo di Troia nella città. La traduzione più diffusa è “”Temo i Danai (Greci) anche quando portano doni””, un invito a diffidare dei nemici, anche se hanno atteggiamenti amichevoli.(http://it.wikipedia.org/wiki/Timeo_Danaos_et_dona_ferentes)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

INTERROGAZIONE

Oggetto: Controlli sulla residenzialità negli alloggi pubblici. Chiarezza sul caso del titolare di alloggio pubblico e privato che vive all’estero e subaffitta  Premesso che: –

LA FÉRA DAL BÈLI DANN

Con la “Féra dal Bèli Dann” proseguirà sabato 8 e domenica 9 ottobre, l’edizione 2022 delle Fiere d’Ottobre di Sassuolo con un ricco calendario di