DOPO UN INCIDENTE, ARRESTATO PER RESISTENZA E LESIONI

Condividi su i tuoi canali:

None

 
DOPO UN INCIDENTE, ARRESTATO PER RESISTENZA E LESIONI

Intervento della Polizia municipale in via Ganaceto a Modena: un tunisino con precedenti per spaccio è stato processato per direttissima e condannato a sei mesi

Coinvolto in un incidente all’una di notte, lunedì 24 giugno, ha cercato di aggredire il conducente dell’auto e poi se l’è presa con gli operatori della Polizia municipale che glielo hanno impedito. Li ha offesi e strattonati con il risultato di venire arrestato e poi processato per direttissima nel pomeriggio e condannato a sei mesi di reclusione per i reati di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e rifiuto di generalità.

E’ avvenuto in via Ganaceto a Modena a un cittadino tunisino, F.K. di 22 anni, già sottoposto alla misura cautelare con l’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria presso il Comando di Polizia municipale di Modena per precedenti reati di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ragazzo è rimasto coinvolto, probabilmente mentre attraversava la strada a piedi, in un incidente stradale e, una volta soccorso dal personale paramedico e dagli operatori di Polizia municipale accorsi in moto, è stato bloccato mentre cercava di aggredire il conducente dell’auto. Agli insulti sono presto seguiti violenti strattoni agli agenti, oltre al rifiuto di esibire i documenti e di declinare le generalità. Arrestato per essere accompagnato al Comando per la fotosegnalazione, il giovane ha colpito violentemente i due operatori di Pm che hanno riportato lesioni con prognosi di cinque e sette giorni.

Dopo la condanna a sei mesi, è stato tradotto direttamente al carcere cittadino.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Lei non sa chi  sono io”

Quando   qualcuno ritiene che gli siano  dovuti privilegi o cure speciali, impunità compresa, ricorre all’espressione  che ho scelto come titolo e che  può essere declinata

C’era una volta il medico di famiglia

Le decisioni del Governo per accorciare le liste d’attesa, se incideranno relativamente sulla loro lunghezza, sono almeno un segnale d’attenzione alla crisi della sanità italiana. Le opposizioni gridano

La Corsa più bella del mondo 

La Corsa più bella del mondo torna dall’11 al 15 giugno con una cavalcata di 2200 chilometri che le magnifiche vetture costruite fra il 1927 e il 1957 percorreranno in cinque tappe, come da format inaugurato lo