DOPO ‘SANA’ A BOLOGNA, ARRIVA UNA NUOVA OCCASIONE DI GRANDE VISIBILITÀ

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Acetaie e turismo: tre giorni di ‘vetrina’ nell’ambito di Golosaria

Il Consorzio Produttori Antiche Acetaie – Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. presente con un proprio spazio alla kermesse milanese di scena da domani a lunedì 8 novembre. Gambigliani Zoccoli: «Un’occasione per far conoscere ulteriormente un prodotto unico e far apprezzare forme di turismo eno-gastronomico e al tempo stesso culturale che ben si integrano con le proposte che Modena è in grado di offrire»

 

Prosegue l’impegno del Consorzio Produttori Antiche Acetaie – Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. nell’ambito di manifestazioni a carattere nazionale legate alle eccellenze enogastronomiche. Da domani, sabato 6 novembre, a lunedì 8 sarà infatti presente con un proprio spazio a Golosaria, la kermesse ideata dal gastronomo Paolo Massobrio di scena al MiCo Convention Center di Milano. Sulla scia di quanto fatto a SANA a Bologna lo scorso settembre, il Consorzio ha ben chiara una strategia per far sì che il prodotto principe del territorio modenese, protagonista anche dei cortometraggi di Gabriele Salvatores in mostra a Dubai per Expo 2020, possa avere sempre più consensi, interesse e apprezzamenti. Golosaria, infatti, oltre a rivolgersi a un pubblico di consumatori e appassionati, coinvolge molti operatori del settore, dagli chef ai principali attori dell’agroalimentare e della trasformazione, con cui eventualmente stringere sinergie e collaborazioni a vantaggio dei produttori associati e del territorio in generale.

 

«La scelta di essere presenti a Golosaria – è il commento del Presidente del Consorzio Produttori Antiche Acetaie, Mario Gambigliani Zoccoli – da un lato rappresenta una novità, dall’altro una ripresa di quanto facevamo 25 anni fa. All’epoca il Consorzio fece crescere il balsamico tradizionale attuando attività di presentazione, incentivazione all’uso del prodotto e favorendo le visite in acetaia. A distanza di tanto tempo abbiamo pensato di riprendere, introducendo anche elementi di novità, questa modalità operativa. Golosaria rappresenta per noi anche un test per affinare l’attività di sostegno alla conoscenza di quella che amo definire la cultura balsamica di cui fanno parte il prodotto così come i luoghi in cui viene affinato seguendo regole centenarie».

 

Scopo principale della presenza a Milano non sarà quello della vendita – anche se sarà possibile acquistare le classiche bottigliette firmate Giugiaro di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. sia con un ciclo di almeno 12 anni che Extravecchio – ma soprattutto di far conoscere il ‘terroir’ e quindi le acetaie presenti, in particolar modo quelle aperte alle visite. «Fino a qualche anno fa – conclude Mario Gambigliani Zoccoli – il turismo lo vedevamo passare nella fascia sud della nostra provincia, legato a Maranello. Grazie anche all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena adesso il turista si ferma almeno a pranzo o a cena in città e molto spesso anche a dormire. Il collegamento, direi naturale, con il balsamico, permette di allargare le visite ai caseifici, alle cantine di Lambrusco, facendo sì che il nostro prodotto faccia da richiamo a tutto il resto della filiera».

 

Per coloro i quali fossero a Milano in questi giorni per Golosaria o avranno intenzione di fare una visita, potranno trovare lo spazio del Consorzio Produttori Antiche Acetaie – Aceto Balsamico Tradizionale di Modena D.O.P. allo stand F74 dell’Area Food, in viale Eginardo (si consiglia di utilizzare la linea 5 della metropolitana fino a Portello e da lì utilizzare il Gate 4).

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della