Don Oreste Benzi: tre giorni di iniziative per ricordarlo

Condividi su i tuoi canali:

None

 


COMUNITÁ PAPA GIOVANNI XXIII
fondata nel 1968
da Don Oreste Benzi
COMUNICATO STAMPA 29/10/21


Don Oreste Benzi: tre giorni di iniziative per ricordarlo


Notte del Don a Rimini; i bambini incontrano i poveri a Bologna;
S.Messa a Forlì, Modena, Ravenna, Piacenza.


Il 2 novembre ricorre il 14° anniversario della morte di don Oreste Benzi. Per l’occasione la Comunità Papa Giovanni XXIII celebra il ricordo del suo fondatore con momenti di preghiera e condivisione con i poveri in più parti del mondo.

Rimini


A Rimini don Oreste “rivive” attraverso gli ultimi ed i giovani che tanto amava, con tre giorni di iniziative.

Si parte alle ore 16:00 del 31 ottobre con la cerimonia di intitolazione della piazza della Stazione ferroviaria di Rimini proprio a don Benzi. Oltre alle autorità e ai responsabili della Papa Giovanni ci saranno soprattutto i “segni viventi” di don Oreste: senza dimora, ex ragazze di strada, emarginati che hanno trovato accoglienza nella Comunità.

La serata del 31 ottobre inizia alle ore 21:00 con il “Mandato ai giovani” presso la chiesa di San Giuliano, cui seguirà, alle 21:45, la veglia di preghiera sulla traccie di Sandra Sabattini, la giovane riminese appena beatificata. Alle ore 22:00 il programma prosegue con la “Biblioteca vivente” in piazza Cavour, in cui alcuni giovani raccontano le proprie storie di riscatto, di gioia e di sofferenza. Allo stesso orario, l’apertura della mostra “CoinVolti” presso il ponte di Tiberio, dedicata alle esperienze di servizio civile. Alle ore 23.45, infine, la messa conclusiva a San Giuliano.

Durante la serata, infatti, sarà possibile unirsi alle Unità di strada della Comunità Papa Giovanni XXIII e partecipare alle loro attività di aiuto e incontro con persone senza fissa dimora, richiedenti asilo, donne vittime di tratta, detenuti in pena alternativa, giovani in cammino per uscire dalla tossicodipendenza, nomadi e ragazzi con disabilità.
Il primo novembre alle 14:30 sulla tomba di don Oreste presso il Cimitero di Rimini si pregherà per i bambini non nati: un momento a cui don Benzi non mancava mai.

Il 2 novembre alle 20:30 la Messa (trasmessa in streaming) nella “sua” parrocchia, quella della Resurrezione alla Grotta Rossa di Rimini, presieduta dal Vescovo di Rimini, Francesco Lambiasi.

Bologna


A Bologna il primo novembre protagonisti saranno i bambini, che alle 15.20 si incontreranno per preparare le merende da portare, verso le 17, ai poveri della stazione. A seguire, nel Salone del Villaggio della Ct San Giuseppe a Sabbiuno di Castelmaggiore (BO), Via Sammarina 12, si susseguiranno, nel pomeriggio e per tutta la notte, momenti di preghiera e di adorazione. Nella mattina del primo novembre si terrà un momento di preghiera per i bambini non nati, alle 11.45 nella Chiesa di S.Girolamo.

Forlì, Modena, Ravenna, Piacenza


A Forlì Santa Messa per i bambini non nati il 1 novembre alle 9.30 nel Cimitero monumentale; a Modena appuntamento alle 15.45 nel cimitero di San Cataldo. A Ravenna verrà celebrata dal Vescovo Mons. Lorenzo Ghizzoni, il 2 novembre alle 18.30, la Santa Messa dedicata a Don Benzi nella Chiesa di Santa Maria del Torrione; Piacenza ricorderà il sacerdote riminese il 9 novembre alle 18, nella Chiesa di San Pietro, con la Santa messa presieduta dal Vescovo Mons. Adriano Cevolotto.

Altri appuntamenti in Italia si terranno a Verona, Lecce, Catania, Cremona.



«Proporre a tanti giovani momenti di preghiera ed esperienze di condivisione con i poveri è il modo migliore per ricordare don Benzi, il sacerdote “dalla tonaca lisa”, come veniva chiamato, che ha dedicato la sua intera e
sistenza agli esclusi e che ha rivoluzionato le nostre vite indicandoci l’unica via da seguire: il Vangelo» spiega Giovanni Paolo Ramonda, presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII.

«La beatificazione di domenica scorsa di Sandra Sabattini, figlia spirituale di don Oreste, dona a questo anniversario una nuova luce. – continua Ramonda – Sandra è scomparsa giovanissima, a 22 anni, ed è l’emblema di tanti giovani che hanno sete di verità e giustizia. Giovani che desiderano vivere pienamente ogni attimo della loro vita».



 
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Libri di Storia fatti di pietra

Servizio fotografico di Corrado Corradi ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^Nella giornata di sabato 1° ottobre 2022, in strada Canaletto Sud, angolo via Finzi, c’è stata la cerimonia di inaugurazione