“Dirigenti di partito da ricollocare?

Condividi su i tuoi canali:

None

 Si spera non accollandoli alla collettività

 Tanti nomi nei Comuni al capolinea, dopo il doppio mandato da sindaco – afferma Luca Ghelfi, portavoce del Pdl di Modena – speriamo di non vederli ricollocati in qualche ente, in qualche società partecipata, da Hera, alla Fondazione, ad Amo e così via. Sarebbe ora che gli amministratori locali cominciassero a tornare al loro mestiere, se ne hanno uno. E che il ruolo di dirigente di partito e quello di eletto, abbiano strade separate. Anche per evitare di essere ricattabile dal partito, in un ruolo che dovrebbe rispondere ai cittadini prima che al datore di lavoro.

Essere politici non deve essere uno stigma per cui non si possa più avere ruoli in altri enti, ma non dovrebbe neppure essere la via principale per avere un ruolo in aziende partecipate, o per aver una poltrona, purchè sia una.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Educare in tempo di crisi

Conferenza del professor Gianpaolo Anderlini al BLA di Fiorano Modenese Giovedì 29 febbraio 2024 il terzo incontro del ciclo 2024 di incontri organizzati dal liceo Formiggini,