Diminuiscono i consumi: allarme o saggezza?

Condividi su i tuoi canali:

None

Alcune rilevazioni dimostrerebbero un leggero calo nei consumi, soprattutto in alcuni settori, in questo periodo di festività.

Non è la prima volta che sui media vengono presentati dati di questo tipo, non senza un certo allarmismo.

Che la cosa non renda piani di gioia i commercianti è ovvio, ma che questo debba preoccupare la gran massa di cittadini e la società nel suo complesso mi pare molto più difficile da capire e da sostenere.

Spesso studi economici e sociologici indicano in un maggior senso di responsabilità e di saggezza delle famiglie lo strumento migliore per rendere i bilanci familiari più sostenibili, evitando eccessivi indebitamenti e credito al consumo.

Da ogni parte si auspica che si riducano i consumi superflui, che ognuno faccia il passo non più lungo della gamba, che si dedichi maggiori attenzione alla scoperta del prezzo più equo dei prodotti e dei servizi (quando possibile), che si scelgano beni ad elevato contenuto di responsabilità sociale, e via dicendo.

Tutto questo, se applicato, porta a minori spese e quindi a dati apparenti di minori consumi, ma porta invece ad una migliore qualità della vita e, nel medio-lungo periodo, a consumi più responsabili e quindi duraturi perché conformi a redditi sufficienti a finanziarli.

Quindi rinunciamo a fare i megafoni di lamentele corporative e prendiamo atto, quando ci sono, di nuovi positivi segnali di maggiore coscienza nei consumi.

 

Pensiero Libero

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

**NOI CONTRO LE MAFIE**

Incontro con GIUSEPPE ANTOCI Venerdì 10 febbraio ore 21 Istituto Alcide Cervi via Fratelli Cervi 9 – Campegine (RE) conduce Pierluigi Senatore Giuseppe Antoci, ex