Diffida

Condividi su i tuoi canali:

None

Costituzione di un nuovo gruppo consiliare nel Comune di Modena da parte del Consigliere Sig. Sergio Celloni.

Diffida dall’uso di simbolo, marchio, denominazione dell’U.D.C. se non con previa autorizzazione dei competenti organi del partito.

 

Leggo sulla stampa della costituzione, di per sé del tutto legittima ed incontestabile, del nuovo gruppo consiliare di cui all’oggetto.

Contesto invece la denominazione che il Consigliere Sig. Sergio Celloni avrebbe scelto per tale gruppo, “L’UDC verso il partito del Popolo delle Libertà”, in quanto contiene l’espressione “UDC”, parte integrante e sostanziale di simbolo, marchio e denominazione di proprietà esclusiva dell’UDC.

In questo senso nessun organo collegiale del partito ha mai concesso tale autorizzazione e, pertanto, diffido, nella mia qualità di segretario politico del livello territoriale interessato, a dar seguito alle procedure di assegnazione di tale denominazione.

Profitto per sottolineare, inoltre, come il Consiglio Nazionale dell’UDC del 17/12 u.s., organo del quale il Consigliere Sig. Sergio Celloni è componente, e presente in tale seduta, ha deliberato a larghissima maggioranza la scelta di non intraprendere, come UDC, il percorso costituente del sedicente nuovo partito “Popolo delle Libertà”: la scelta di tale denominazione, pertanto, appare ancor di più inopportuna se non provocatoria.

Affido poi, per quanto di loro competenza, ai segretari politici provinciale, regionale e nazionale, che leggono in copia, l’ulteriore tutela, nelle opportune sedi, delle prerogative del partito dell’UDC nell’uso esclusivo dei propri simbolo, marchio e denominazione.

 

il Segretario Politico Comunale UDC Modena

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Chi sporca, paga

O, almeno, così dovrebbe essere. Il sacro diritto al dissenso e alla protesta, che nessuno si sogna di negare, non deve sconfinare oltre i limiti.

Prepararsi a diventare vecchi

Un sacerdote, in un’omelia rivolta a un gruppo di settantenni, ha invitato a ‘prepararsi a diventare vecchi’ e la prima reazione: intanto vecchio bisogna riuscire

“Tutta un’altra aria”

È questo il titolo del convegno nel quale, i ricercatori di CNR-ISAC, ART-ER, PRO AMBIENTE e del Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” di ingegneria sanitaria