Deposito gas di Rivara

Condividi su i tuoi canali:

L’assessore all’Ambiente della Provincia di Modena Stefano Vaccari replica al Senatore Carlo Giovanardi “un altro spot, ma sulla sicurezza contano i fatti”

«Ancora un altro spot per il deposito gas di Rivara. E ancora una volta il senatore Giovanardi getta fango sui tecnici che hanno evidenziato le carenze del progetto in fatto di sicurezza».

L’assessore all’Ambiente della Provincia di Modena Stefano Vaccari commenta così l’intervista nella quale il sottosegretario Carlo Giovanardi afferma che nessun esperto avrebbe mai messo in dubbio proprio la sicurezza dell’iniziativa di Indipendent.

«Per Giovanardi nel gruppo tecnico di lavoro della Provincia esisterebbe un solo esperto, naturalmente quello che in un’intervista rilasciata nello studio del senatore si è espresso favorevolmente sul progetto. La sua prima relazione scritta, però, iniziava con queste parole: “Il progetto dell’Igm evidenzia uno stato piuttosto carente delle conoscenze geologiche fondamentali della zona…”. Nella seconda formulazione del parere, quella della conversione verso la fattibilità dell’opera, lo stesso tecnico ha comunque precisato che “si avrà un aumento sensibile della microsismicità con terremoti pari a 3 o 4 gradi non superando il massimo grado di intensità sismica sino ad ora registrato (magnitudo pari a 5/6)…”. Insomma, caro Giovanardi, sono queste le parole tranquillizzanti che dovrebbero far svanire le preoccupazioni dei cittadini modenesi?».

L’assessore Vaccari ricorda anche che la commissione nazionale sulla Valutazione d’impatto ambientale, nominata dal precedente Governo Berlusconi, ha ritenuto più credibili le considerazioni degli esperti della Provincia rispetto a quelle dei promotori del progetto, «la cui documentazione contiene essa stessa le affermazioni più critiche nei confronti della fattibilità dell’opera per la assoluta carenza di dati e informazioni indispensabili per poter assicurare almeno il minimo grado di sicurezza».

E sempre facendo riferimento alla sicurezza, Vaccari invita Giovanardi a prendere in considerazione il parere che già nel 2004 la competente sezione dell’Ufficio nazionale per le Miniere e gli Idrocarburi e la Geotermia aveva espresso, valutando “non provata” l’idoneità a stoccaggio dei serbatoi entro cui la società Igm intende sviluppare i relativi progetti di stoccaggio.

Secondo l’assessore, però, Giovanardi su di una cosa ha ragione: «E’ vero, ci sono pregiudizi immotivati sul progetto. Ma sono quelli di chi da tre anni cerca di convincerci della bontà e della sicurezza di un’iniziativa senza riuscire a trovare motivazioni appena sufficienti per poterlo dimostrare».

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

“Come ti liquido la Slepoj !”

La prematura scomparsa della psicologa, scrittrice, giornalista Vera Slepoj, ha destato sorpresa e cordoglio ma c’è anche chi l’ha citata solo per il giudizio negativo

I Lions a favore del volontariato

A conclusione dell’anno lionistico 2023/2024, il Lions Club Modena Estense, congiuntamente al Lions Modena Romanica, hanno erogato un contributo di Euro 8.000,00 a favore della