Decrescita e finanza È la decrescita la ricetta necessaria anche per una finanza sostenibile?

Condividi su i tuoi canali:

None
Dibattito tra Serge Latouche ed esponenti parlamentari e del Governo 

Decrescita e finanza
È la decrescita la ricetta necessaria anche per una finanza sostenibile?
Giovedì 26 gennaio ore 16.30
Sala Peppino Impastato di Banca Etica – Via Niccolò Tommaseo 7, Padova

Serge Latouche presenta il suo ultimo libro.
A seguire tavola rotonda con parlamentari, esponenti del Governo e di Banca Etica 

Il 26 gennaio dalle 16.30 Banca Etica ospita, nella sede centrale di Padova, il teorico della decrescita, Serge Latouche per la presentazione del suo ultimo libro e per un confronto con esponenti del Parlamento e del Governo italiani sulle nuove regole da dare alle banche e alla finanza perché tornino a operare nell’interesse delle persone e della sostenibilità. Interverranno Pier Paolo Baretta, Francesco Bicciato, Vanessa Camani, Anna Fasano, Giulio Marcon e Andrea Baranes. 

Programma

Ore 16.30 – Saluti e introduzione della vice-presidente di Banca Etica, Anna Fasano 
 
Ore 16.45 – Lectio Magistralis di Serge Latouche che presenta “La decrescita prima della decrescita – precursori e compagni di strada” – Serge Latouche è un economista e un filosofo francese, professore emerito di Scienze economiche all’Università di Paris-Sud, autore di numerosi saggi sulla teoria della decrescita. E’ a Padova ospite di Banca Etica per presentare il suo nuovo libro (Bollati Boringhieri Editore). “Gli sbandieratori del produttivismo e dello sviluppismo vorrebbero accreditare un’immagine settaria e marginale degli obiettori della crescita. Ma la logica trionfante del «cresci o muori» non può certo invocare maggior realismo, proprio quando si profila lo schianto del pianeta sotto il peso ecologicamente e socialmente funesto di iper-produzione, iper-consumo e iper-scarto. Quella insensatezza che oggi è diventata sinonimo di catastrofe viene da lontano, come chi in ogni tempo ne ha denunciato le storture che già si annunciavano mortifere. Si tratta di filosofi, poeti, economisti, romanzieri, politici, teologi, di cui Serge Latouche fa l’appello in quanto precursori, pionieri e compagni di strada. Da Diogene a Tagore a Orwell, da Fourier a Gandhi a Berlinguer, da Pound a Baudrillard a Terzani, si compone una schiera multiforme a cui Latouche ascrive la propria prospettiva di un’abbondanza frugale, o prosperità senza crescita, in una società solidale”.  

Ore 17.30 – “Quali regole per una finanza al servizio della sostenibilità” – Tavola Rotonda
Modera: Francesco Bicciato, segretario generale del Forum per la Finanza Sostenibile
Intervengono:

  • Andrea Baranes, presidente della Fondazione culturale di Banca Etica
  • Pier Paolo Baretta – Sottosegretario al ministero dell’Economia e delle Finanze
  • Vanessa Camani – Deputata, PD
  • Giulio Marcon – Deputato, SI-SEL, primo firmatario della proposta di legge sul riconoscimento della finanza etica 

Ore 19 – Domande dal pubblico a Serge Latouche e ai partecipanti alla tavola rotonda

Ore 19,30– Conclusioni a cura di Francesco Bicciato.
 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Car* amic*,

ogni anno a Natale il Presidio vi dà la possibilità di fare un regalo che contiene il frutto del riscatto e della speranza: le nostre