Danneggiati i cippi che ricordano i giovani partigiani Odino Artioli e Dino Bruni

Condividi su i tuoi canali:

None

Nella notte fra giovedì 19 settembre e venerdì 20 a San Prospero ignori vandali hanno danneggiato i cippi che ricordano i giovani partigiani caduti Odino Artioli (24 anni) e Dino Bruni (21 anni) e che si trovavano in aperta campagna vicino a San Prospero..

Ho appreso pochi minuti fa che la Stazione dei Carabinieri di Carpi ha individuato e fermato i due vandali che hanno profanato e spezzato i cippi e che in questo modo hanno profanato la memori di chi ha dato la vita per la libertà di cui oggi noi possiamo godere.
Rinnoviamo il nostro sentimento di solidarietà e vicinanza ai famigliari dei due partigiani al Sindaco ed alla comunità di San Prospero e rinnoviamo  il nostro impegno a proseguire la nostra lotta democratica per l’affermazione dei valori della Resistenza dell’Antifascismo e della Costituzione. 
Il comune sentire democratico ed il comune impegno di cittadini, Istituzioni locali, Forze dell’Ordine è la migliore garanzia perchè fatti di questo genere non avvengano e si affermi un confronto ed un dialogo civile e democratico.
Voglio esprimere un ringraziamento ed un plauso particolare alla Stazione dei Carabinieri di Carpi ed al suo comando per il brillante e positivo risultato delle indagini tese ad individuare i vandali e ad assicurarli alla giustizia.
Lucio Ferrari

Presidente Provinciale ANPI di Modena

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Alla zappa! Tutti, senza distinzioni.

Nel recente passato e tutt’ora, anche se in misura minore, c’era l’abitudine di invitare alla zappa le persone negligenti, gli scansafatiche, gli incapaci … chi

Terzo mandato

La possibilità di un terzo mandato per i presidenti di regione è stato respinto in Commissione affari costituzionali del Senato; tutti contrari, maggioranza e minoranze

Mostra su Toulouse-Lautrec

Giovedì 22 febbraio 2024 inaugurata a Palazzo Roverella di Rovigo la grande Mostra su Toulouse-Lautrec (1864-1901) più di 200 opere per raccontare il sublime artista