Dal “”governo dello zio”” arriva il prezzo da pagare…

Condividi su i tuoi canali:

None

 Si poteva pensare  che da fondamenta marce non poteva nascere un governo stabile. Troppi compromessi da pagare in termini politici ed economici.
 
         Se salvare Berlusconi, ammettendolo al disopra della legge sul suo scranno di senatore, ha un enorme prezzo morale, nell’immediato economicamente non ci costa niente…(stando sempre attenti a quello che combina) quello che non possiamo (e vogliamo) permetterci e’ pagargli la campagna elettorale togliendo a lui e a quelli come lui il problema di pagare l’ IMU…per loro l’IMU e le altre tasse non sono un  problema (anche perché di solito non le pagano)
 
          Diverso il  caso di chi ha solo la prima casa e un reddito da lavoro o chi e’ alla prima rata del mutuo per la  prima casa che sara’ poprieta’ della banca ancora per 19 anni…. ma pero’ l’IMU la paga lui. Quindi l’ IMU andava abolita solo in caso
di prima casa e reddito da lavoro ma il “”nipote”” non l’ha capito e ha fatto quello che gli chiedeva lo “”zio”” per conto del “”nano””.

 
          In un periodo di tempo dove abbiamo visto la Finocchiaro con 94 senatori PD e PDL votare per il mantenimento delle pensioni d’oro (perché stanno maturando la loro, pero’ questo e’ costato al PD il mio voto) e sentito annunciare la riduzione del numero dei parlamentari e/o l’abolizione delle provincie ecc. ecc. questo e’ l’ennesimo segno negativo.
 
          Monti  era un tecnico che doveva salvare la Patria, che parteggiava un po’ troppo per chi ne aveva…ma Letta e’ molto peggio…non sa chi e’ e chi rappresenta e confonde il governo con le riunioni del gruppo Bilderberg accettando di pagare la campagna elettorale di Berlusconi con i nostri soldi.
 
          Cambiare la ripartizione delle imposte tra chi ne ha di piu’ e chi di meno danneggia questi ultimi…la maggioranza.
Lor signori non usano scuolabus, mense scolastiche, sanita’ pubblica e non pagano tichet…basta ricordarlo.
 
          Cosa fare? Come detto sopra ho spostato il mio voto dal PD al M5S ma ai fatti Grillo non ha lasciato usare il 25% dei voti consentendo al “”nano”” di andare al governo per salvare il paese…prego vivamente Letta di rinfrescare i suoi fondamentali di socialismo correggendo completamente il poco che ha fatto altrimenti io avro’ problemi a trovare chi votare…ma anche lui
ne avra’ ad essere votato…
 
 
 
 
 
 
 
 
         
[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Il ragazzo del treno

I fatti, abbondantemente diffusi da ogni  notiziario, sono  assai  scarni nel loro  orrore. Nella stazione di Seregno, mercoledì 25 gennaio, scoppia  un diverbio, pare per