Da Torino a Modena e da Modena in Sicilia.

Condividi su i tuoi canali:

None

Ho per la città di Torino un  grande amore, e per il Piemonte in generale, regione nella quale ho vissuto alcuni anni fa, da bambina. E da Torino ho  ricevuto un invito, irresistibile per amicizia e affetto, un invito  a parlare di qualcosa di importante, che meriterebbe maggiore  risonanza di quella tributatagli dai media.

Accolgo con umiltà e piacere questo invito che vorrei  idealmente collegare all’articolo apparso sul numero 134 di Bice, intitolato Nord Sud.

Gradevole rappresentante di molte regioni d’Italia, “Marisa  Nioi nasce a Modena 39 anni fa, da padre romano, nonna sarda nonno spagnolo, madre e nonni materni emiliani doc.” ha sicuramente titolo  per presentare iniziative volte a promuovere la conoscenza  e l’amicizia reciproche tra Nord e Sud.

Si è parlato troppo poco della dignità di quegli imprenditori siciliani che hanno  avuto il coraggio di  denunciare gli aguzzini che esigevano il pizzo. E’ una cosa grandissima, esaltante in rapporto alla cultura locale, che nell’immaginario collettivo è legata all’omertà e alla connivenza, piuttosto che alla giusta ribellione verso questa odiosa forma di delinquenza, che come la più terribile delle malattie divora e impedisce la libertà degli imprenditori, grandi e piccoli, dei commercianti, di chiunque abbia il desiderio di guadagnarsi onestamente da vivere con un’attività commerciale.

In uno scambio, davvero pregevole, di commenti, Claudio M. e Pasquino al Mudnès hanno messo in risalto il valore profondo dell’ottimismo, che nulla ha in comune con la paciosa allegrezza tantomeno con l’ottusa visione positiva della realtà…Tutt’altro.

L’ottimismo è una disposizione dell’animo verso la speranza, l’ottimismo è la scommessa dell’uomo civile sul suo futuro, l’ottimismo è la fiducia, donata al prossimo.

E, come accade quando si fa un dono, fatto con sincerità e col cuore, questo dono gratifica infinitamente anche chi lo fa, oltre che chi lo riceve.

Facciamoci il dono di essere ottimisti, facciamo a noi stessi, in ogni latitudine di questa nazione, in cui siamo tutto, e il contrario di tutto, il regalo impagabile della fiducia reciproca.

Cercando con umiltà di guadagnarcela, e con generosità di donarla agli altri.

Forse non sarà facile, sicuramente non sarà tempo perso.

Consiglio a tutti di visitare questo sito www.addiopizzo.org (1)

Non lo conoscevo, mi ha schiuso un mondo, lontano geograficamente e per altre cose da me, meritevole comunque di essere conosciuto.

Auguri sinceri a tutti coloro che hanno, in questo campo come in ogni altro campo della vita, il coraggio morale di opporsi, alla sopraffazione, meschinità, ai soprusi, alle bassezze, all’appiattimento, alla delinquenziale visione della società.

Mi collego ad un articolo che ho letto con particolare emozione  questa mattina, nella prima pagina, autore Pioggiacida, in cui i nostri molti guai e le poche virtù, acutamente e crudamente elencati, ci fanno capire perché siamo un  Paese alla deriva…Forse, da piccoli-grandi gesti di coraggio, come quello di cui parlo in questo articolo, ne possono nascere altri, di molto più importanti.


(1) Da un’intervista a Manlio Buiarelli dell’associazione Addio Pizzo.

Cos’è Addio Pizzo ?
Addio Pizzo è una associazione nata spontaneamente da un gruppo di ragazzi che aveva la semplicissima volontà di aprire un pub. Ma aprire un pub a Palermo significa, come per tutte le attività commerciali, dover pagare il pizzo alla mafia. Questa cosa, che per noi e per molti giovani palermitani è una cosa assolutamente da rifiutare, totalmente assurda, ma che purtroppo è ormai un sistema di routine, consolidato e radicato nelle nostre vite, ha portato a elaborare, a pensare, a decidere di ribellarsi a tutto questo.
Tutto è iniziato con i famosi attacchini: dei manifesti che dall’oggi al domani comparvero sopra i cavalcavia di una delle strade principali di Palermo, con la scritta “un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità”

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...