Da Legacoop 90mila euro per Haiti

Condividi su i tuoi canali:

None

Le risorse, raccolte a livello nazionale, sono state destinate alla Ong bolognese che ha sette cooperanti sull’isola per seguire direttamente i progetti per l’emergenza e la ricostruzione

 

Novantamila euro per Haiti. A tanto ammontano le risorse che Legacoop nazionale ha scelto di destinare a GVC per sostenere i progetti che l’Ong di Bologna sta realizzando sull’isola. Le risorse serviranno, in particolare, per aiutare una cooperativa di agricoltori della regione montuosa di Petit-Goâve – dove tante persone si sono rifugiate dopo il terremoto – a far ripartire l’approvvigionamento idrico e la trasformazione dei prodotti agricoli.

GVC (http://www.gvc-italia.org/) era presente ad Haiti già prima del sisma del 12 gennaio scorso e ha inviato sull’isola sette cooperanti per seguire la realizzazione dei progetti attivi. “La situazione sull’isola – racconta il presidente di GVC Patrizia Santillo – rimane molto pesante. Haiti era già il Paese più povero di tutta l’America latina. Il nostro obiettivo è lavorare per far fronte all’emergenza, ma soprattutto realizzare strutture che aiutino Haiti a risollevarsi e ad imboccare una strada di sviluppo anche quando i riflettori dell’attenzione internazionale si saranno spenti”.

 

Tre giorni dopo il terremoto la presidenza di Legacoop nazionale aveva lanciato una campagna di raccolta fondi “Legacoop per Haiti” chiamando le cooperative associate e tutta la base sociale a contribuire. Dopo sette mesi sono stati raccolti 274mila euro. “Risorse – spiega il vicepresidente Giorgio Bertinelli – che abbiamo scelto di ripartire in modo paritetico tra tre Ong presenti sul posto e con cui abbiamo collaborato anche in passato: GVC, Ucodep e Medici senza frontiere”.

Le risorse di Legacoop, come accennato, saranno utilizzate da GVC per un progetto di ricostruzione elaborato insieme all’Associazione degli agricoltori di Vallue (APV) fondata nel 1987, forte di ben 5.000 soci, all’Associazione delle Donne di Petit-Goâve e il Movimento Cooperativo Haitiano e di Santo Domingo. Nello specifico, il progetto intende contribuire alla riattivazione del centro di trasformazione agro-alimentare della cooperativa TOPLA, costituita nel 2008 dall’APV, per consentire l’accesso ai mercati locali da parte dei piccoli produttori.

 

Ufficio stampa

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...