Criticità sicurezza strade e allerta meteo provincia di Modena

Condividi su i tuoi canali:

Gentilissimi, Vi propongo la riflessione della sottoscritta Diletta Bellei in merito alle inidonee condizioni di sicurezza delle strade della provincia modenese… invitando le istituzioni a farsi carico delle numerose criticità e attivarsi concretamente per risolverle attraverso lo spazio che vorrete eventualmente concedermi (mi riferisco alla gestione dell’allerta meteo relativa alla pericolosità dell’ innalzamento dei livelli dei fiumi nella provincia di Modena e all’inadeguata quanto pericolosa situazione del manto stradale, irrisolta). RingraziandoVi per l’attenzione che vorrete dedicarmi porgo cordiali saluti e resto a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento ai recapiti sottoindicati.“Buche, crepe, danni all’asfalto. Sono soltanto alcune delle criticità più temute da chi, ogni giorno, si mette alla guida. Criticità da combattere a colpi di “manutenzione”, unica vera arma per consentire ai cittadini una circolazione più fluida del traffico e per ridurre i rischi di chi circola quotidianamente sulle strade del territorio.

Un aspetto a dir poco rilevante, su cui è bene e necessario continuare a investire: l’utilizzo dei proventi delle sanzioni, infatti, sarebbe soprattutto dedicato a finanziare investimenti e attività per migliorare le infrastrutture e la sicurezza stradale, un aspetto cruciale su cui non si dovrebbe transigere!!!

Sono molto preoccupata perché questa settimana ho notato l’aumento del degrado e del disinteresse delle istituzioni competenti a riguardo e la totale presa di coscienza della problematica.

Mi riferisco alla pericolosità della strada che percorro tutte le mattine per recarmi al lavoro da Bomporto a Carpi, in provincia di Modena. Bastano davvero due gocce di pioggia per distruggere la strada?

Il manto stradale è indecoroso e pieno di buche profonde che attentano la sicurezza degli autoveicoli, no… quella delle persone che li guidano! Questa settimana siamo stati in allerta meteo anche per il livello dei fiumi che hanno rischiato di esondare… il monitoraggio è passivo!

Da un paio di giorni la strada sul ponte del fiume Secchia tra Sorbara e Sozzigalli (Mo) è in condizioni pessime… una parte è quasi franata… i veicoli che vi transitano sono in difficoltà perché il manto stradale è scivoloso e pieno di buche profonde. Chi cerca di scansarle per evitarle e per non arrecare danni al proprio mezzo di trasporto rischia spesso di invadere nella corsia opposta!…

Invito pertanto tutte le istituzioni coinvolte ad attivarsi affinché consentano che le persone alla guida dei propri mezzi possano transitare in sicurezza scongiurando situazioni di estremo pericolo (evitabile con opportune, immediate nonché prevedibili e quanto dovute manutenzioni).

Invito altresì tutti gli organismi competenti affinché si attivino in modo più incisivo, adeguato e concreto al controllo dell’allerta meteo riguardante la soglia dei fiumi in modo da poter divulgare notizia di eventuale pericolo in anticipo alla popolazione e non a disastro avvenuto!

Attendere passivamente incombenti disastri a seguito di allagamenti (già, peraltro, e purtroppo avvenuti in tempi recenti nelle nostre zone) senza agire preventivamente in modo concreto a contrasto di tali e frequenti fenomeni (magari prevedendo soluzioni come sono state poste in essere nella regione Veneto – ndr Vicenza) non mi sembra una politica adeguata e decorosa nei confronti dei cittadini, della popolazione… cioè della vita delle persone! Grazie”.

Diletta Bellei

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

ELEZIONI: UN INCONTRO PER LE LISTE

L’ufficio elettorale del Comune di Sassuolo organizza un incontro con le forze politiche che intendono presentare una lista di candidati alle prossime consultazioni elettorali comunali.