Covid. Barcaiuolo (Fdi): risolvere il caos green pass post tamponi in farmacia

Condividi su i tuoi canali:

None

“”Dal 10 gennaio, le persone risultate positive al Covid possono effettuare un tampone rapido in farmacia per chiudere il periodo di isolamento solo se non presentano alcun sintomo compatibile al Covid””
 

Perché ci son ritardi nella consegna dei Green Pass a persone guarite dal Coronavirus a seguito di tampone fatto in farmacia?

A chiederlo, in un’interrogazione, è Michele Barcaiuolo (Fdi), che ricorda come “”risulta da segnalazione arrivatemi che vi siano numerosi cittadini, risultati negativi al tampone antigenico rapido in farmacia, che a distanza di due settimane non hanno ancora ricevuto il Green Pass rafforzato da guarigione””.

Da qui l’atto ispettivo per sapere dall’amministrazione regionale “”quali siano le possibili motivazioni legate ai suddetti ritardi e come la Regione, di concerto con le Ausl competenti, intenda risolvere la problematica espressa al fine di non arrecare disagi e inconvenienti ai cittadini””.

(Luca Molinari)

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Fiera di San Rocco 2022

Dal 12 al 16 agosto: cinque giorni di festa, spettacoli e tanto cibo, ad ingresso gratuito! Ecco in arrivo la ultracentenaria Fiera di san Rocco,

Corso per Clown Dottori

Si parte a ottobre, ma gli incontri di presentazione del corso sono previsti il 6 e il 10 settembre L’associazione Dìmondi Clown organizza, a partire