Cordoglio per la prematura scomparsa del collega Alberto Vaccari

Condividi su i tuoi canali:

None

Il cordoglio del Consorzio Modena a Tavola per l’improvvisa e prematura scomparsa del collega Alberto Vaccari che fu tra i soci fondatori del Consorzio: “Mancherà a noi, ai modenesi e a tutti gli amanti delle buona cucina.”

 

 

Alberto ci mancherà: ci mancherà il collega competente, preciso, sapiente, sempre disponibile alla collaborazione. E ci mancherà l’amico. Quello delle risate sincere, delle “prese per i fondelli” sulle opinioni di come si prepara un ragù degno di chiamarsi tale, o sul taglio del salame alla stagionatura giusta. L’Alberto delle serate a disquisire di vini e di cucina, con la caparbietà e la disciplina che applicava nel suo lavoro e che ti comunicava, senza supponenza, ma con decisione e chiarezza.

 

Convinzioni maturate in anni di lavoro e frequentazione di produttori e artigiani enogastronomici, che amava scovare e con i quali si confrontava sempre. 

 

È stato uno dei fondatori di Modena a Tavola, e ne ha seguito l’evolversi in tutti questi anni, dando il suo contributo tutte le volta che gli impegni professionali glielo permettevano, rammaricandosi delle volte nelle quali non poteva contribuire fisicamente allo svolgimento di un evento, perché troppo impegnato insieme a Paola alla Cucina del Museo.

 

Mancherà a noi e a tutti gli amanti della buona cucina.

 

Il nostro pensiero e il nostro affetto vanno alla sua famiglia e in particolare a Paola che, insieme ad Alberto, con molti di noi una ha condiviso anche profonda e sincera amicizia.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.