Confconsumatori e Pensiero Libero su: Sicurezza, Fotored e Vigili

Condividi su i tuoi canali:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su email
Condividi su print
Condividi su whatsapp
None

Il tema della sicurezza nelle città e di un maggior rispetto delle regole in tutti i comportamenti è troppo serio e importante da essere lasciato a diatribe politiche e cavilli giuridici, o di presunte associazioni che tutelano presunti diritti di consumatori intenti a infrangere le norme dello Stato.

Se vi sono parziali irregolarità nella taratura degli strumenti o cattivi contratti di servizio vanno rimossi.

Così se vi sono esagerate attenzioni a far cassa e furbesco opportunismo nei controlli (certi appostamenti e certi limiti sono da rivedere perché irrispettabili), questo è sbagliato.

Resta tuttavia la necessità e quindi la validità di tutte le tecnologie a distanza che consentano di controllare i nostri comportamenti e di sanzionare chi sbaglia, incentivando tutti noi al rispetto delle regole.

Pensare di utilizzare prevalentemente uomini significa non conoscere lo stato della finanza pubblica. Anche la vicenda che riguarda i vigili urbani va risolta in fretta, secondo le linee date dall’Amministrazione Comunale, ma nel rispetto e con il pieno coinvolgimento degli addetti che vanno organizzati, preparati e adeguatamente compensati per una attività, quella dell’ordine pubblico, che diviene sempre più rilevante in collaborazione con le altre forze dell’ordine.

Tutte le forze dell’ordine vanno integrate e le centrali operative unificate, vanno concentrati gli utilizzi del personale “sul campo” lasciando ad altri (impiegati) lo svolgimento di mansioni non pericolose e specifiche. Anche i primi provvedimenti governativi non vanno demonizzati “a prescindere” dal merito.

Più poteri ai sindaci, rilancio delle regole contro la delinquenza e verso il rimpatrio dei clandestini, conferma dei Cpt e delle attività di identificazione di chi commette reati, maggiore severità verso i comportamenti irregolari, anche sulle strade.

Molto di quanto è stato fatto è in continuità con intenzioni precedenti e si tratta tuttavia in gran parte di soli annunci.

Molto rimane da fare a cominciare con l’integrazione delle forze dell’ordine e con l’aumento sostanzioso dei controlli, con ogni mezzo.

L’alternativa è difendere chi si comporta irregolarmente o fare finta di niente.

 

Confconsumatori Modena.

Pensiero Libero.

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...