Comune di ZOCCAINTERPELLANZA URGENTE PROFUGHI REGINA PACIS

Condividi su i tuoi canali:

None

 

Al Sindaco del Comune di Zocca

Pietro Balugani

All’ Assessore alla Sicurezza ed

alle Attività Produttive

Manuele Covili

Al Responsabile del Servizio

Autonomo Edilizia Privata,

Urbanistica, Ambiente, Attività

Produttive, Commercio

e Segretario Comunale

Dott. Rosario Napoleone

INTERPELLANZA URGENTE

OGGETTO: INTERPELLANZA URGENTE PROFUGHI REGINA PACIS

Appreso che

Sarebbero in arrivo dei profughi presso il territorio del Comune di Zocca;

Considerato che

 L’ordine e la sicurezza pubblica sono beni che ogni società dovrebbe garantire ai propri componenti e costituiscono un valore essenziale per l’esistenza di una società e rappresentano un bisogno crescente della Cittadinanza. L’uso di un immobile adibito a “centro di accoglienza”, deve comportare una serie di adempimenti burocratici (per esempio requisiti normativi necessari in campo amministrativo, sanitario e della sicurezza). Le preoccupazioni dei Cittadini appaiono legittime poiché attengono al rispetto della normativa italiana in materia di organizzazione, controlli, urbanistica, sicurezza ed al potenziale rischio di disordine pubblico.

Il sindaco ed il consiglio comunale rappresentano a livello istituzionale l’intera comunità zocchese e possono esprimere le loro considerazioni e farsi da portavoce presso gli organi competenti.

Esiste un interesse pubblico alla salvaguardia del rispetto della vigente strumentazione urbanistica ed edilizia.

 

Il sottoscritto Consigliere Comunale chiede al Sindaco ed all’Assessore competente:

1) Se quanto sopra esposto corrisponde al vero;

2) Se è vero che sarebbero destinati dei profughi ad una struttura del territorio del Comune di Zocca;

3) Dove eventualmente verrebbero ospitati i profughi;

4) Quanti profughi sono eventualmente destinati al Comune di Zocca;

5) Se e come il Comune intenda sollecitare i controlli e un intervento dell’AUSL competente per territorio, per accertare il rispetto dei requisiti igienico–sanitari e relative normative presso la struttura sopracitata;

6) Quanto durerebbe eventualmente il soggiorno;

7) Quanto costerebbe al Comune di Zocca il mantenimento dei profughi o le conseguenze, tutte, derivanti dall’accoglienza dei profughi;

8) Di riferire gli intendimenti con i quali ci si prefigge di operare in merito;

9) Quali provvedimenti intendono adottare per garantire la pubblica sicurezza e affrontare possibili problemi di ordine pubblico;

10) Se hanno intenzione di consultare la Cittadinanza per sapere cosa ne pensa al riguardo;

11) Se hanno intenzione di esporre presso gli organi competenti le obiezioni e le considerazioni della Cittadinanza;

12) Perché fino ad oggi il Sindaco e la Giunta non hanno riferito sul tema, né al Consiglio Comunale né alla Cittadinanza;

13) Di relazionare al Consiglio Comunale sulla questione in esame e renderlo partecipe, in modo tempestivo, su tutti i futuri aggiornamenti del caso;

14) Di riferire alla Cittadinanza; 15) Se non è meglio consigliare ed agevolare come destinazione d’uso per il Regina Pacis, un altro utilizzo, ad esempio alberghiero o lunga degenza, centro riabilitazione, centro di formazione, ecc… utili per il rilancio e lo sviluppo del paese.

Il sottoscritto Consigliere Comunale chiede che questa interpellanza sia posta all’ordine del giorno nella prima seduta utile del Consiglio Comunale e che sia fornita anche risposta scritta.

Gruppo Consiliare Lega Nord – Forza Zocca

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Grande fucile, piccolo cervello

L’attentato a Trump  ha mostrato gli incredibili punti  deboli, le falle nella sicurezza, della più grande democrazia del mondo anche se non sono mancati anche

Concorso Futuri Maestri

Sabato 13 luglio alle ore 18.30, presso Spacegallery di via Bonaccini 11, si è svolta la seconda edizione del concorso Futuri Maestri – Eccellenze creative