Comune di Polinago: pronti gli esposti CODACONS

Condividi su i tuoi canali:

None

Il Sindaco Mara Marasti  dopo la sentenza dei Giudici del TAR  si rifiuta di restituire più di centomila euro ai cittadini di Polinago:  

Il Comune di Polinago mette le mani in tasca a decine di famiglie e si rifiuta di restituire oltre centomila euro.

L’aberrante situazione va avanti da anni nel piccolo centro dell’appennino dove il Comune ha preteso che decine famiglie pagassero di tasca loro la risistemazione delle tombe dei loro cari; questa decisione è stata imposta dopo che la giunta ha cambiato il regolamento comunale (in maniera illegittima) ed ha affidato i lavori ad una ditta di esterna.

Delle decine di famiglie tutte hanno dovuto subire la decisione ed hanno pagato mentre quattro si sono rivolte al TAR che ha dato loro pienamente ragione.

Nella sentenza i giudici amministrativi hanno detto che il sindaco e l’assessore non hanno nessun diritto di modificare norme  imperative violando così la legge in materia.

I lavori nei cimiteri sono sempre di competenza e spesa dei Comuni che poi devono ripartire le spese nel bilancio annuale su tutti i cittadini.

Nonostante la sentenza del TAR il Sindaco Mara Marasti si rifiuta di restituire i soldi a quei cittadini che hanno gia pagato   in buona fede non sapendo che la richiesta era totalmente illegittima bene, se entro una settimana lei e la giunta non rispetteranno la legge presenteremo due esposti, reclamando oltre al rimborso delle somme illegittimamente richieste, il risarcimento per i disagi subiti e  il danno erariale. 

 

v. Presidente Regionale CODACONS

 

 

 

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

L’arco e le frecce

Un tragico incidente, un’uscita fuori strada autonoma, uno dei tanti drammi che insanguinano le nostre strade. Così, poteva essere reso noto e archiviato, ciò che

Non ti fidar dell’acqua cheta

Sull’Ansa ho trovato il lungo elenco di catastrofi provocate da frane e alluvioni in Italia negli ultimi settant’anni: 101 vittime nel Polesine (1951), 325 persone

Gli ambientalisti nelle pinacoteche

L’ultima moda di certi ambientalisti è utilizzare le pinacoteche ed i musei per protestare. Così in questi giorni cinque attivisti di ‘Ultima generazione’ sono entrati