Complesso Monumentale di Portile

Condividi su i tuoi canali:

None

La Consulta per la Tutela e la Valorizzazione del Patrimonio Storico e Artistico del Comune di Modena ha scritto alla Soprintendenza della Regione Emilia Romagna perché intervenga immediatamente a tutela del Complesso Monumentale sito a Portile di Modena fra la via San Martino – via per Castelnuovo Rangone e Stradello Gazza.

Il bene da tutelare e’ composto da un’ edificio del 1500 costruito dai Monaci Benedettini poi trasferitisi all’ Abbazia di Nonantola.

L’ ex Monastero ha un valore storico – identitario, infatti e’ la prima costruzione del Borgo di Portile e quindi tutelato dal Codice dei Beni Culturale e del Paesaggio.

Le altre due costruzioni sono la Chiesa e la Torre campanaria.

Il tutto forma un Complesso Monumentale di interesse culturale – storico e artistico.

La costruzione del capannone non risponde ad esigenze proprie di culto ma serve per tombolate e per somministrazione di cibi e bevande.

Il Prete di Portile e chi ha autorizzato, sono punibili dall’ Art. 733 del Codice Penale, per avere creato nocumento e un danno culturale al Complesso Monumentale che ha rilevanza culturale – storica – artistica e identitaria.

 

Il Presidente della Consulta per la Tutela e la Valorizzazione del Paesaggio e del Patrimonio storico e Artistico del Comune di Modena.

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gettare il sasso e nascondere la mano…

È un copione assai noto: c’è chi lancia pubblicamente un metaforico sasso, offendendo, insinuando, accusando… in modo voluto e inequivocabile, qualcuno e poi, vigliaccamente, nega

Appunti sulle Amministrative

ASTENSIONISMO All’appello dei votanti manca la metà degli aventi diritto… e stiamo parlando di votare per la propria città, non solo per la lontana Europa.