Commento Elezioni amministrative 2012

Condividi su i tuoi canali:

None

Le recenti elezioni amministrative pur riguardando solo un numero limitato di comuni hanno fatto emergere un’ altissima percentuale di astensionismo degli elettori, avvenimento per noi molto più grave rispetto a qualsiai risultato, riteniamo infatti che solo attraverso l’espressione diretta e numerosa dei cittadini aventi diritto si possano creare le regole di base  per una nuova e civile convivenza democratica delle genti.

I cittadini che si sono recati alle urne hanno dato un chiaro segnale del loro malessere, esprimendosi con un voto, da alcuni commentatori frettolosamente definito di protesta o di anti-politica, che al contrario a nostro parere rappresenta un nuovo modo di intendere la politica, lontano dalle vecchie contrapposizioni ideologiche, e che ha voluto punire in modo netto la casta fatta da grandi sprechi sontuosi stipendi e privilegi non più tollerati dai cittadini.

Il successo del Movimento 5 stelle, e soprattutto delle liste civiche, ne è la dimostrazione.  Le liste civiche in particolare hanno dimostrato di saper meglio interpretare i bisogni e le aspettative dei cittadini, attraverso la conoscenza del territorio ed il rapporto diretto con gli elettori, presentando candidati espressi dalla società civile. E’ finito, per fortuna, il tempo in cui il partito padrone paracadutava sulla città, imponendolo,  un candidato a questa estraneo.

Ed è stato anche grazie a questo nuovo modo di concepire la politica che col nostro fattivo e determinante contributo il Sindaco Luca Caselli ha vinto le elezioni del 2009, scardinando un sistema che non conosceva alternanza da decenni.

Sicuramente le Liste civiche, entrando in un mondo che è ancora loro poco noto, pagano lo scotto dell’inesperienza e dell’entusiasmo dei neofiti. Si possono così compiere errori di valutazione affidandosi, a volte, a persone interessate più alle luci della  ribalta che  ai problemi della cittadinanza. Purtroppo, ci rammarica denunciarlo, è quello che è avvenuto anche alla “Lista civica per Sassuolo”, dove il nostro  capolista, una volta ottenuto ciò che si era prefisso, ovvero un posto nel governo cittadino, ancor prima di iniziare un percorso politico amministrativo condiviso  ha voltato le spalle  al movimento che aveva contribuito a creare, proseguendo in modo totalmente autonomo il suo operato.

Siamo certi che i sassolesi sapranno a tempo debito riconoscere chi veramente si è speso per il bene della città, nel rispetto degli impegni presi,  distinguendo da chi ha invece cercato solo un posto di prestigio.

 

Capogruppo consiliare Lista civica per Sassuolo

[ratings]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza

Potrebbe interessarti anche...

Gentilezza mal ripagata

Un gesto  di gentilezza, tenere aperto il portone  d’entrata del palazzo a chi segue … Le persone  educate lo compiono quasi automaticamente, non lascerebbero mai

Olimpiadi ma non in pace

Quando nell’antichità si svolgevano  le Olimpiadi, le guerre erano sospese da una tregua e quando Pierre de Coubertin volle riproporle nel mondo che si avviava